eSWATINI

Data di creazione : 6 settembre 1968

Breve storia in ordine cronologico:

Periodo precoloniale: il territorio dell’attuale eSwatini era abitato da gruppi etnici Bantu, tribù Nguni, e faceva parte di una comunità africana diversificata e tradizionale.

Periodo di colonizzazione: durante il 19° secolo, colonizzatori britannici e tedeschi arrivarono nel territorio dell’attuale eSwatini, durante il periodo coloniale, che annunciò cambiamenti politici ed economici nella regione.

1881: la Gran Bretagna riconosce l’indipendenza del Regno dello eSwatini, permettendogli di mantenere una certa autonomia.

1906: il paese diventa un protettorato britannico.

1963: re Sobhuza II. ha espresso il desiderio che lo Swaziland ottenga l’indipendenza. Ciò ha portato a negoziati tra le autorità britanniche e il regno.

6 settembre 1968: lo eSwatini dichiara l’indipendenza dal protettorato britannico e diventa uno stato sovrano con il nome di Regno dello eSwatini.

1986: re Sobhuza II. morì e gli successe il re Mswati III.

 

Abbreviazione internazionale : SZ

 

Valuta : Lilangeni dello eSwatini (SZL)

Il lilangeni dello eSwatini è diviso in unità più piccole come i centesimi (centesimi di lilangeni). Il tasso di cambio tra il Lilangeni e il Rand sudafricano (ZAR) è fisso ed entrambe le valute sono comunemente accettate, a causa dell’integrazione economica e degli stretti rapporti tra i due paesi.

 

Dominio Internet : .sz

 

Prefisso telefonico : +268

 

Fuso orario : GMT +2

 

Geografia :

Lo eSwatini si trova nell’Africa meridionale ed è completamente circondato dalla Repubblica del Sud Africa, ad eccezione di un piccolo affioramento territoriale nel nord-ovest che confina con il Mozambico. È uno stato senza sbocco sul mare.

Il paese ha un rilievo collinare con diverse catene montuose e vette. Ha diversi fiumi, i più importanti dei quali sono il Grande Usutu (noto anche come Maputo) e il fiume Ngwavuma.

Grazie al rilievo collinare e al sufficiente approvvigionamento idrico, alcune parti dello Swaziland sono adatte all’agricoltura.

 

Vetta più alta : Emlembe 1.862 m sopra il livello del mare

Il monte Emlembe si trova su un terreno collinare e fa parte della catena montuosa dei Drakensberg che si estende attraverso il Sud Africa fino al Lesotho.

 

Clima :

L’estate in eSwatini è un periodo di clima caldo e umido. Le temperature medie variano dai 25°C ai 30°C e possono raggiungere valori anche più elevati. Questo periodo è anche conosciuto come la stagione delle piogge quando si verifica la maggior parte delle precipitazioni. I mesi invernali sono più secchi e freddi. Le temperature medie scendono tra i 15°C e i 20°C e possono essere ancora più basse di notte.

La maggior quantità di precipitazioni cade durante l’estate, soprattutto da novembre a febbraio. Le piogge sono spesso intense e possono provocare allagamenti.

 

Fauna e flora:

Lo Swaziland ospita gli elefanti africani. Queste maestose creature possono essere osservate in alcune riserve naturali. La protezione dei rinoceronti è uno dei compiti principali del Paese. Lo eSwatini ha una popolazione di rinoceronti bianchi a rischio di estinzione. Kudú è una grande specie di antilope ed è comune qui. I leopardi abitano le aree boschive.

Il paese ha una ricca avifauna con molte specie di uccelli tra cui sterne, aquile, pappagalli e colibrì.

C’è una foresta pluviale sui Monti Lebombo, al confine con il Sudafrica. I prati di montagna ricoprono le catene montuose dei Drakensberg e del Malolotja.

 

Agricoltura :

L’agricoltura nello eSwatini comprende la coltivazione di vari raccolti e l’allevamento di bestiame. Le colture principali includono canna da zucchero, mais, cotone, tabacco, agrumi e zucche.

La canna da zucchero è una delle colture principali, il paese è un importante produttore mondiale di zucchero. L’agricoltura dipende da un adeguato approvvigionamento idrico. Esistono numerose dighe e progetti di irrigazione che aiutano gli agricoltori a utilizzare meglio l’acqua per la produzione agricola.

 

Estrazione delle materie prime :

Il legno è una delle principali materie prime. L’industria forestale comprende il disboscamento per l’edilizia, i mobili e la produzione di carta.

Anche l’estrazione del carbone è comune. Lo eSwatini ha riserve di pietre preziose, compresi i diamanti. Tuttavia, l’estrazione delle pietre preziose è limitata e molti giacimenti sono controllati dallo Stato.

L’oro viene estratto su scala minore nel paese.

 

Industria:

L’industria alimentare è una delle industrie più importanti di questo stato, grazie alla lavorazione della canna da zucchero.

L’industria della lavorazione del legno comprende la produzione di mobili, materiali da costruzione e carta, oltre a creare posti di lavoro e contribuire all’economia del paese. Nel paese vengono anche estratti alcuni minerali, tra cui la dolomite, che viene utilizzata nell’industria per produrre calcare e cemento. Anche l’edilizia fa parte del settore, principalmente a causa dello sviluppo delle infrastrutture e dei progetti di costruzione.

 

Servizi e altri settori dell’economia : turismo

 

Punti di interesse naturali e storici : Parco Nazionale Hlane, Riserve Shewula e Mbuluzi, Sibebe, Cascate Mantenga

Lo eSwatini è noto per la sua bellissima natura e i vari scenari naturali. Il paese offre paesaggi montuosi, foreste pluviali, savane, fiumi e laghi. Questi tesori naturali attirano i turisti in cerca di esperienze nella natura selvaggia. Ha diverse riserve naturali e parchi nazionali come il Parco nazionale reale di Hlane, il Santuario della fauna selvatica di Mlilwane e la Riserva naturale di Malolotja.

Grazie al suo terreno collinare, offre una varietà di attività all’aria aperta come escursioni in montagna, mountain bike, rafting, escursioni o scalate sul Monte Emlembe. I turisti possono sperimentare una ricca cultura ed eventi tradizionali tra cui festival di danza, mercati tradizionali dei villaggi e cerimonie reali. Il re e la regina del popolo Swazi sono simboli importanti del paese.

 

Parchi acquatici:

 

Forma di governo: monarchia assoluta

Il principale funzionario pubblico e sovrano dello eSwatini è il re, che esercita un potere politico significativo. Il re è il leader tradizionale e culturale del paese e ha l’ultima parola nelle questioni relative alle tradizioni e alla cultura. Il re nomina il primo ministro, che è il capo del governo e responsabile della gestione del paese.

Il Parlamento, noto come Tinkhundla, è composto da due camere. La camera bassa, conosciuta come Assemblea del Popolo, è composta da rappresentanti eletti provenienti da diverse regioni del Paese. La camera alta, conosciuta come Senato, ha membri nominati dal re e dal primo ministro.

Nonostante l’esistenza del parlamento, il re ha un potere politico significativo e le sue decisioni possono influenzare la direzione del paese.

 

Capitale : Mbabane

Mbabane si trova nella regione conosciuta come “Regione di Hhohho”, che è una delle quattro principali regioni amministrative dello eSwatini.

La città fu ufficialmente fondata nel 1887 come capitale dello eSwatini dopo essere stata scelta come nuovo sito per il palazzo reale e sede del governo centrale.

 

Superficie : 17.364 km2

 

Popolazione : 1.250.000 (2022)

Il principale gruppo etnico è quello degli Swazi, che costituiscono la maggioranza della popolazione. Ci sono anche minoranze, tra cui Zulu, Tsonga e altri.

La lingua ufficiale è lo eSwatini, parlato dalla maggioranza della popolazione. L’inglese è anche ampiamente utilizzato principalmente nelle istituzioni governative e nell’istruzione.

La maggioranza della popolazione pratica il cristianesimo. Esistono anche religioni tradizionali africane e credenze negli antenati. Lo eSwatini ha un basso tasso di istruzione primaria e deve affrontare diverse sfide sanitarie, tra cui l’HIV/AIDS, che influiscono sulle condizioni di vita e sulla demografia del paese.

 

Monumenti UNESCO: –

              

Parchi nazionali: 1

 

  1. Parco nazionale reale di Hlane