GAMBIA

Data di creazione: 18 febbraio 1965

Breve storia in ordine cronologico:

VII secolo – I primi commercianti arabi arrivano nella regione del Gambia.

13° secolo – Nella regione sorgono imperi mandei, compreso l’Impero del Mali, che comprende anche il territorio del Gambia.

15° secolo – L’esploratore portoghese Diogo Gomes arriva in Gambia (1456).

16° secolo – La guerra olandese-inglese influenza il commercio nella regione e gli olandesi ottengono il controllo del Gambia.

17° secolo – Gli inglesi controllano il Gambia, che diventa parte dell’Impero britannico (1661).

19° secolo – Il Gambia diventa parte dell’Impero britannico dell’Africa occidentale (1821).

1965 – Il paese ottiene l’indipendenza dalla Gran Bretagna (18 febbraio 1965).

1994 – Un colpo di stato militare rovescia il governo e assume la guida del colonnello Yahya Jammeh (22 luglio 1994).

2016 – Yahya Jammeh perde le elezioni presidenziali e rifiuta di dimettersi, provocando l’intervento della Comunità economica dell’Africa occidentale e il suo successivo esilio.

 

Abbreviazione internazionale : GM

 

Valuta : Dalasi gambiano (GMD)

Dalasi è diviso in 100 butut. La valuta fu introdotta dopo che il Gambia ottenne l’indipendenza nel 1965 e sostituì la sterlina britannica.

Essendo un paese africano più piccolo e più povero, la valuta non ha molto valore nel commercio internazionale ed è comunemente utilizzata solo in Gambia.

 

Dominio Internet : .gm

 

Prefisso telefonico : +220

 

Fuso orario : -1 GMT

 

Geografia :

Il Gambia è un paese dell’Africa occidentale che si trova a cavallo di entrambe le sponde del fiume Gambia. Confina con un solo paese, il Senegal, con il quale condivide un confine lungo 740 km. Il Gambia è un paese relativamente piccolo con una lunghezza massima di soli 338 km in direzione nord-sud e una larghezza massima di circa 48 km.

È un paese prevalentemente pianeggiante situato in un’area chiamata pianura senegalese.

I fiumi più importanti sono il fiume Gambia, che attraversa il paese, e il suo affluente, il fiume Saloum.

 

Vetta più alta : Lamin Koto 53 m sopra il livello del mare

Si trova nell’entroterra a circa 10 chilometri a nord-est del comune di Basse Santa Su.

La vetta del Lamin Koto raggiunge un’altitudine di soli 53 metri sul livello del mare ed è costituita da dune di sabbia e rocce. Sebbene sia il punto più alto del paese, non è una montagna importante o una località turistica.

 

Clima :

Il Gambia ha un clima tropicale con estati calde e umide e inverni miti. La temperatura media annuale varia tra 24 e 29 °C. I mesi più caldi vanno da maggio a ottobre, quando le temperature medie variano dai 27 ai 32 °C. I mesi più freddi vanno da novembre ad aprile, quando le temperature medie variano dai 18 ai 23 °C.

Ha anche stagioni secche e piovose distinte. La stagione secca va da novembre a maggio, mentre la stagione delle piogge va da giugno a ottobre.

 

Fauna e flora:

I fiumi e le zone paludose del Gambia ospitano varie specie di coccodrilli, tra cui il coccodrillo del Nilo.

Il paese è un paradiso per gli ornitologi. Puoi osservare molte specie di uccelli nel paese, come pellicani, cormorani, ibis, aironi e altri.

Sebbene rari in Gambia, gli ippopotami possono occasionalmente essere visti nei fiumi e nelle paludi. Scimmie come le scimmie rhesus e gli scimpanzé si trovano in alcune aree boschive. Le savane sono abitate da varie specie di kudu, antilopi e roditori.

Il paese ha estese mangrovie che crescono lungo la costa e fungono da importante rifugio per molte specie animali. Esistono vari tipi di palme che producono frutti e oli.

In Gambia si trovano anche gli alberi di baobab, conosciuti anche come “alberi della vita”.

Le acacie sono alberi che crescono in zone aride e forniscono ombra e cibo a molte specie di animali. Il Gambia ha una varietà di orchidee e fiori.

 

Agricoltura :

Le colture principali sono arachidi, riso e cotone. Inoltre, qui si coltivano anche colture come mais, patate dolci, manioca, patate dolci, fagioli, piselli, cipolle, frutta come papaia, agrumi e mango.

Le piantagioni di arachidi sono il tipo di agricoltura più diffusa nel paese, occupando circa la metà di tutti i terreni agricoli del paese. Il riso è la seconda coltura più importante ed è l’alimento base per la maggior parte della popolazione. Il cotone viene esportato all’estero.

 

Estrazione delle materie prime :

Praticamente nessuna materia prima viene estratta in Gambia, poiché il paese non dispone di risorse naturali significative. Solo una piccola quantità di materie prime minerali come quarzo, pietra e sabbia viene utilizzata principalmente per scopi edili.

Non dispone di risorse proprie di petrolio, gas naturale o carbone e dipende quindi solo dalle importazioni. Tuttavia, le fonti di energia rinnovabile come gli impianti solari e idroelettrici vengono utilizzate da qualche parte nel paese per generare elettricità per la popolazione e l’industria locali.

 

Industria:

La maggior parte delle attività industriali si concentra sulla lavorazione di prodotti agricoli come arachidi e cotone.

Qui vengono fabbricati anche molti altri prodotti come tessuti, sapone, cosmetici, mobili e prodotti in legno.

 

Servizi e altri settori dell’economia : turismo, trasporti

 

Punti di interesse naturali e storici : parchi nazionali Kiang West e Niokolo-Koba, isola di Kunta Kinte.

Il paese ha molte bellezze naturali e monumenti culturali che attirano turisti da tutto il mondo. La più grande attrazione per i turisti sono le bellissime spiagge della costa atlantica, dove i visitatori possono nuotare e fare surf.

Un’altra attrazione sono i parchi nazionali e le aree protette, dove si possono osservare numerosi animali e uccelli, come scimmie, coccodrilli, ippopotami ed elefanti.

Ha anche molti monumenti culturali, edifici storici, musei, mercati e villaggi con case tradizionali. Tra i monumenti culturali più importanti ci sono l’isola di Fort James, l’isola di Kunta Kinte, il Museo Nazionale del Gambia e la Riserva Naturale di Abuko.

 

 

Forma di governo: repubblica presidenziale

Il Gambia è una repubblica presidenziale con un parlamento unicamerale. Il presidente è il capo dello Stato e del governo e allo stesso tempo il massimo organo esecutivo. È eletto a suffragio universale per un mandato di cinque anni e può essere rieletto una sola volta. Il presidente ha ampi poteri nel paese, compreso il diritto di nominare il governo e i giudici.

Il potere legislativo in Gambia è esercitato dall’Assemblea Nazionale, che conta 53 membri. I membri del Parlamento sono eletti per un mandato di cinque anni nelle elezioni generali. Il Parlamento è responsabile dell’approvazione delle leggi, che vengono poi firmate dal presidente.

La magistratura è indipendente e i giudici sono nominati dal presidente su raccomandazione della commissione per il servizio giudiziario.

 

Capitale : Banjul

Banjul è la capitale del Gambia e si trova sull’isola di St. Mary’s Island, alla foce del fiume Gambia, non lontano dall’Oceano Atlantico.

La città fu fondata nel 1816 come centro commerciale per gli schiavi. Molte istituzioni importanti si trovano qui come il Museo Nazionale del Gambia, gli Archivi Nazionali del Gambia, la Corte Suprema del Gambia e molti altri.

La città ha anche un porto, importante per l’economia del paese e per il commercio con gli altri stati.

Banjul è una città relativamente piccola con un centro compatto costituito da tradizionali mercati africani, edifici storici e costruzioni moderne. La città ha anche diversi parchi e giardini, come l’Arch 22 Memorial Park, che ospita un grande arco che commemora l’indipendenza del Gambia.

 

Superficie : 10.689 km2

 

Popolazione : 2.413.000 (2022)

Il Gambia ospita numerosi gruppi etnici, i più grandi dei quali sono i Mandinka, i Wolof, i Fula, i Jola e i Serer. Qui vive anche un numero minore di immigrati europei e asiatici.

La religione più diffusa è l’Islam, seguita da circa il 90% della popolazione. Il restante 10% professa il cristianesimo e le religioni tradizionali africane.

La lingua ufficiale è l’inglese, che funge da mezzo di comunicazione nelle scuole, nel governo e nei media. È un’eredità dell’era coloniale britannica quando il Gambia era una colonia britannica. Oltre all’inglese, in Gambia si parlano anche diverse lingue locali, la più comune delle quali è il wolof. La maggior parte della popolazione vive in campagna e si guadagna da vivere grazie all’agricoltura.

L’assistenza sanitaria in Gambia non è di alto livello, il paese è alle prese con molti problemi sanitari come la malaria, l’Ebola, l’AIDS e altro ancora.

 

Monumenti UNESCO: 2

 

  1. Isola di Kunta Kinte (2003) – Precedentemente conosciuta come James Island, l’isola di Kunta Kinte si trova alla foce del fiume Gambia ed è associata a una storia di commercio di schiavi. Ci sono diversi siti storici sull’isola, come un forte, un’ex tratta degli schiavi e un memoriale.
  2. Cerchi di pietre in Senegambia (2006) – Quattro grandi siti di colonne di pietra disposte circolarmente fanno parte di un cimitero che risale dal 3° secolo a.C. al 16° secolo. ANNO DOMINI

 

Parchi nazionali: 7

 

  1. Parco Nazionale di Abuko
  2. Parco Nazionale Kiang Ovest
  3. Parco Nazionale del fiume Gambia
  4. Parco nazionale della riserva delle zone umide di Bao Bolong
  5. Parco Nazionale Niumi
  6. Parco nazionale delle zone umide di Tanbi
  7. Parco nazionale delle zone umide di Niumi-Saint Louis