GUINEA – BISSAU

Data di creazione : 24 settembre 1973

Breve storia in ordine cronologico:

XVII secolo: il dominio coloniale portoghese si espande nell’entroterra.

19° secolo: la Guinea portoghese (l’attuale Guinea-Bissau) diventa parte dell’impero coloniale portoghese.

XX secolo: negli anni ’50 inizia la lotta per l’indipendenza contro il dominio portoghese sotto la guida del movimento PAIGC (Partito africano per l’indipendenza della Guinea e di Capo Verde).

24 settembre 1973: la Guinea-Bissau dichiara l’indipendenza dal Portogallo dopo una lunga lotta armata. Luís Cabral diventa il primo presidente del paese.

1974-1998: il paese affronta disordini politici, colpi di stato militari e instabilità.

1998-1999: Scoppia la guerra civile a causa di conflitti politici ed etnici.

2000: viene concluso un accordo di pace che pone fine alla guerra civile. Tuttavia, seguì nuovamente un periodo di instabilità politica e colpi di stato militari.

21° secolo: la Guinea-Bissau rimane un paese politicamente instabile con frequenti cambi di governo.

 

Abbreviazione internazionale : GW

 

Valuta : franco CFA dell’Africa occidentale

Il franco guineano è anche la valuta comune di molti altri paesi dell’Africa occidentale che sono membri di un’unione economica e monetaria chiamata “Franco CFA” (Communauté Financière d’Afrique), ed è utilizzato in alcuni stati francofoni e dell’Africa occidentale.

 

Dominio Internet : .gw

 

Prefisso telefonico : +245

 

Fuso orario : GMT 0

 

Geografia :

La Guinea-Bissau ha circa 350 chilometri di coste sull’Oceano Atlantico. Il paese è attraversato da numerosi fiumi, il più importante dei quali è il fiume Geba, che sfocia nell’Oceano Atlantico.

L’interno comprende foreste pluviali e boschi che ospitano una varietà di specie animali e vegetali.

Il paese comprende diverse isole nell’Oceano Atlantico, tra cui l’arcipelago di Bijagós, noto per la sua biodiversità e gli ecosistemi di mangrovie.

 

Vetta più alta : Monte Lico 262 m sul livello del mare

La montagna si trova nel nord-est del paese, nella regione di Gabú. Questa catena montuosa fa parte di un sistema montuoso che si trova vicino ai confini con gli stati di Guinea e Senegal.

 

Clima :

La stagione delle piogge dura da giugno a ottobre. Durante questo periodo, il paese è soggetto a regolari piogge monsoniche, essenziali per l’agricoltura e l’approvvigionamento idrico.

La stagione secca dura da novembre a maggio. Durante questo periodo, il paese sperimenta temperature molto elevate.

La temperatura media massima è intorno ai 30-32°C durante la stagione delle piogge e può aumentare nei mesi estivi.

Il Paese può essere minacciato da uragani e tempeste tropicali, soprattutto durante la stagione delle piogge.

 

Fauna e flora:

La Guinea-Bissau è un paradiso per gli ornitologi. Il paese ospita molte specie di uccelli, tra cui numerose specie in via di estinzione. Tra questi ci sono, ad esempio, pellicani, corvi, aquile e ibis.

Coccodrilli e tartarughe vivono nei fiumi e nelle paludi di mangrovie. La costa e le acque circostanti sono ricche di vita marina, tra cui varie specie di pesci, squali e delfini.

Ha estese paludi di mangrovie sulla costa. Questi ecosistemi sono importanti per la protezione delle coste, la biodiversità e come zone di riproduzione dei pesci.

Nell’entroterra ci sono foreste pluviali e aree boschive. In alcune zone si possono trovare savane e zone erbose tipiche del paesaggio africano.

I palmeti sono importanti per l’economia locale, poiché forniscono frutti per la produzione di olio di palma e altri prodotti.

 

Agricoltura :

Le principali colture coltivate in Guinea-Bissau comprendono riso, mais, manioca, patate dolci, arachidi, sorgo, oltre a colture tropicali come canna da zucchero, olio di palma, caffè e cacao.

Il riso è un alimento base nella dieta guineana ed è una delle principali colture coltivate nel paese. Con la sua costa sull’Oceano Atlantico, la pesca è un’importante fonte di cibo e di sostentamento per molte persone in Guinea-Bissau. Qui le palme sono comuni e l’olio di palma è un prodotto importante per l’economia locale.

Cacao e caffè sono altre colture importanti coltivate nel paese. Il cacao viene utilizzato per produrre il cioccolato, il caffè viene esportato.

 

Estrazione delle materie prime :

La Guinea-Bissau dispone di importanti riserve di bauxite, una materia prima utilizzata per produrre l’alluminio. Ha anche alcune riserve di diamanti.

Il disboscamento è un’altra fonte di reddito nel paese. Ha vaste aree forestali, il legno viene utilizzato per l’edilizia locale e la produzione di mobili.

Ci sono segni di piccole quantità di oro in alcune parti del paese.

 

Industria:

La Guinea-Bissau non ha un settore industriale molto sviluppato. La produzione industriale è limitata e il paese sta ancora cercando di svilupparsi.

L’industria alimentare è uno dei pochi settori di maggiore importanza. Comprende la lavorazione dell’olio di palma, del caffè, del cacao e di altri prodotti agricoli.

Il paese ha abbondanti acque marine e la pesca fornisce cibo e reddito a molti residenti. Il paese ha un potenziale per l’estrazione di materie prime come bauxite e diamanti, ma è limitato e spesso accompagnato da problemi associati all’estrazione illegale.

 

Servizi e altri settori dell’economia : turismo, servizi

 

Punti di interesse naturali e storici : i parchi nazionali di Orongo e de los Bosques de Cantanhez, le città di Bissau e Bafatá.

La Guinea-Bissau ha una bellissima costa sull’Oceano Atlantico con lunghe spiagge sabbiose e lagune. Questi luoghi offrono grandi opportunità per rilassarsi, prendere il sole e osservare la vita marina.

L’Arcipelago di Bijago è un insieme di più di venti isole e paludi di mangrovie che ospitano varie specie di uccelli e animali marini.

I turisti possono visitare villaggi tradizionali e incontrare le comunità locali. Il paese ha una ricca cultura e diversità etnica.

Il paese ha diversi parchi nazionali e riserve naturali che offrono opportunità per safari e osservazione della fauna selvatica.

 

Parchi acquatici:

 

Forma di governo: repubblica semipresidenziale

Il capo dello Stato è il presidente, eletto tramite regolari elezioni presidenziali per un mandato di cinque anni. Il Presidente ha il potere esecutivo ed è responsabile della gestione del governo e dell’apparato statale.

Il potere legislativo è conferito all’Assemblea nazionale unicamerale, composta da 102 membri eletti per un mandato di cinque anni. L’Assemblea nazionale è responsabile dell’approvazione delle leggi e della supervisione del potere esecutivo. La difesa e la sicurezza sono un’altra parte importante dell’establishment statale.

 

Capitale : Bissau

Si trova sulla costa dell’Oceano Atlantico, all’estremità occidentale del paese, ed è il centro economico, politico e culturale del paese.

Bissau ha una ricca storia che risale a quando era un insediamento coloniale portoghese. Il governo portoghese ha esercitato qui un’influenza significativa fino al 1973, quando il paese ha dichiarato l’indipendenza. Bissau divenne la capitale del nuovo stato.

 

Superficie : 36.125 km2

 

Popolazione : 2.030.000 (2022)

La popolazione è etnicamente diversificata ed è composta da diversi gruppi etnici. I gruppi etnici più numerosi sono i Bijagós, i Fulba, i Balant e i Mandinka. Ogni gruppo ha la propria cultura, lingua e tradizioni. La maggioranza della popolazione aderisce all’Islam o alle religioni tradizionali africane, ma sono presenti anche un numero minore di cristiani e di persone di altre credenze religiose.

La lingua ufficiale è il portoghese. Inoltre, esistono più di venti lingue e dialetti etnici diversi.

Il paese ha una ricca scena culturale con danze tradizionali, musica e arte. I rituali e le feste tradizionali africani sono una parte importante della cultura.

 

Monumenti UNESCO: –

           

Parchi nazionali: 6

  1. Parco Nazionale del Boé
  2. Parco Nazionale della Foresta di Cantanhez
  3. Parco Nazionale della Cufada
  4. Parco Nazionale del Dulombi
  5. Parco Nazionale dell’Orango
  6. Parco Nazionale Varela