SOMALIA

Data di creazione: 1 luglio 1960

Breve storia in ordine cronologico:

19° secolo: la Somalia è divisa tra varie potenze europee. La Somalia britannica, la Somalia italiana e la Somalia francese erano colonie, mentre il protettorato britannico proteggeva il territorio della Somalia settentrionale.

1940-1941: Durante la Seconda Guerra Mondiale, le truppe britanniche e italiane occuparono il territorio della Somalia.

1941: dopo la fine della seconda guerra mondiale, il Somaliland italiano fu ceduto all’amministrazione britannica e fu formato il protettorato britannico del Somaliland.

Anni ’50: personalità provenienti da varie parti della Somalia iniziarono ad agitarsi per l’unificazione e l’indipendenza.

1960: Il 1° luglio 1960 il protettorato britannico del Somaliland venne unito all’Italia per formare la Repubblica Somala.

1969: il generale Siad Barre prende il potere con un colpo di stato militare e instaura un regime autoritario.

1980-1991: la Somalia è stata costretta ad affrontare una grave siccità e una carestia, che hanno portato a una crisi umanitaria.

1991: In seguito ad una ribellione e ad una guerra civile, il regime del generale Siad Barre viene rovesciato e il paese sprofonda nel caos e nell’anarchia.

2006: L’Unione giudiziaria islamica prende il controllo di gran parte della Somalia meridionale e cerca di ripristinare la stabilità. Ciò ha spinto all’intervento dell’Etiopia e della comunità internazionale.

2012: viene istituito un nuovo governo federale con il sostegno delle Nazioni Unite; nel paese continuano i conflitti armati e le attività terroristiche.

Oggi: la Somalia rimane un paese con sfide alla sicurezza, instabilità politica e povertà. La comunità internazionale, comprese le Nazioni Unite, continua i suoi sforzi per ripristinare la stabilità e lo sviluppo nel Paese.

 

Abbreviazione internazionale : SO

 

Valuta : Scellino somalo (SOS)

Lo scellino somalo fu introdotto dopo che il paese divenne indipendente e unificato nel 1960. Uno scellino somalo è ulteriormente suddiviso in 100 centesimi.

 

Dominio Internet : .so

 

Prefisso telefonico : +252

 

Fuso orario : GMT +3

 

Geografia :

La Somalia ha una lunga costa dell’Oceano Indiano lunga oltre 3.300 chilometri.

L’interno è prevalentemente montuoso e roccioso, con catene montuose prominenti come i Monti Karkaar e i Monti Golis. L’unico corso d’acqua importante del paese è il fiume Jubba nel sud.

Gran parte del paese è coperto da terreno desertico. Uno dei deserti più grandi del paese è il deserto del Guban, che si estende lungo la costa settentrionale.

La Somalia ha diverse isole nell’Oceano Indiano, tra cui Socotra, che si trova vicino alla costa.

 

Vetta più alta : Shimbiris 2.460 m sul livello del mare

Questo picco si trova nelle montagne Cal Madow, nel nord della Somalia.

 

Clima :

La maggior parte della Somalia rientra nel clima del Sahel, il che significa che il paese ha una lunga stagione secca e una breve stagione delle piogge. Le piogge cadono solitamente in un breve periodo, da aprile a giugno, quando arrivano le piogge monsoniche dall’Oceano Indiano. Queste stagioni delle piogge sono cruciali per l’agricoltura e l’approvvigionamento idrico.

Le zone costiere della costa orientale della Somalia hanno un clima più mite e umido poiché sono influenzate dall’Oceano Indiano. Le temperature qui sono generalmente più basse e l’umidità più alta.

L’interno, soprattutto alle quote più basse, può sperimentare temperature estremamente elevate durante i periodi secchi. Le temperature nei mesi estivi possono spesso raggiungere i 40°C o più.

Le stagioni secche sono lunghe e portano a scarsità d’acqua. Ciò ha un impatto notevole sull’agricoltura e sull’approvvigionamento idrico per i residenti.

I venti sono frequenti nel paese, compresi i venti secchi e caldi del deserto chiamati “harmattan”.

 

Fauna e flora:

I camosci vivono nelle regioni montuose della Somalia, in particolare nei monti Cal Madow. Tra gli animali che popolano la terra ci sono leoni, iene, caracal, serval e altri gatti.

I coccodrilli del Nilo e i coccodrilli marini vivono nei fiumi e nei laghi. La Somalia ospita molte specie di uccelli, tra cui rapaci, gufi, pernici, struzzi e altro ancora.

Gli alberi di acacia forniscono ombra e cibo a molti animali. In alcune aree desertiche crescono cactus adattati alle condizioni asciutte. Nelle oasi e nelle zone costiere crescono le palme che forniscono ombra e frutti.

 

Agricoltura :

Le principali colture agricole includono cereali (principalmente mais, grano e orzo), riso, canna da zucchero, banane, agrumi, uva, mango e altri frutti e verdure.

I residenti spesso allevano bestiame, tra cui pecore, capre, bovini e cammelli. La maggior parte degli agricoltori utilizza ancora metodi e strumenti agricoli tradizionali, che possono limitare la produttività e la sostenibilità.

L’agricoltura dipende spesso dalle piogge. La mancanza di pioggia può portare a cattivi raccolti e carestie. Le organizzazioni internazionali cercano di aiutare in settori quali l’irrigazione, la formazione degli agricoltori e la distribuzione del cibo. La pesca è una parte importante della dieta e dell’economia, ma è stata colpita da problemi legati alla pirateria e alla pesca illegale.

 

Estrazione delle materie prime :

La Somalia ha un potenziale per l’estrazione dell’oro, soprattutto nelle regioni meridionali e centrali del paese. In alcune regioni sono state trovate riserve di minerale di ferro. Tuttavia, l’attività mineraria è stata limitata dalla mancanza di infrastrutture e dai conflitti politici. Riserve di carbone nero sono state scoperte nella regione di Galguduud, nella Somalia centrale.

Il paese è noto per l’estrazione di pietre preziose come opali, smeraldi. Queste pietre vengono spesso estratte illegalmente. Le riserve di sale vengono estratte da laghi salati e padelle.

 

Industria:

L’industria in Somalia è a un livello basso ed è colpita dall’instabilità politica, dalle infrastrutture insufficienti e dai conflitti a lungo termine nel paese.

Un settore industriale limitato, comprende la produzione di prodotti alimentari, tessili, piccoli prodotti e la cantieristica navale. Tuttavia, la maggior parte di queste industrie sono molto piccole.

 

Servizi e altri settori dell’economia: –

 

Punti di interesse naturali e storici: parchi nazionali Kismayo e Lag Badana, costa, montagne Cal Madow

La Somalia ha un paesaggio bellissimo e diversificato pieno di montagne, coste, deserti e savane. I monti Cal Madow nel nord e le zone costiere della Somalia orientale offrono potenzialità per escursioni, arrampicate su roccia e attività in spiaggia. Il paese ha un ricco patrimonio culturale e storico, siti archeologici e festival culturali. La costa somala offre attività acquatiche come immersioni, snorkeling e pesca.

 

Parchi acquatici:

 

Forma di governo: repubblica parlamentare

Il presidente è il capo dello stato. È eletto dal Parlamento e ha poteri nel campo della politica estera e della difesa. Il Parlamento somalo è composto da due camere: la Camera dei Deputati e il Senato. La Camera dei Deputati è eletta dai cittadini, mentre il Senato comprende rappresentanti degli Stati federali. Il Parlamento ha poteri relativi alla legislazione e al controllo dell’esecutivo.

Il sistema politico della Somalia è ancora in fase di sviluppo, anche se sta cercando di creare un sistema federale e democratico che tenga conto degli interessi dei vari gruppi etnici e regionali del paese.

 

Capitale : Mogadiscio

Si trova sulla costa orientale della Somalia, sulle rive dell’Oceano Indiano. Mogadiscio ha una ricca storia, era un importante centro commerciale della zona. In passato, era governato da vari imperi e nazioni, compresi i sultanati islamici. Durante il periodo coloniale fece parte del protettorato italo-somalo.

Il porto di Mogadiscio è stato storicamente uno dei più importanti della costa orientale dell’Africa, fornendo collegamenti commerciali con altri paesi. Nonostante i conflitti, il porto rimane un punto importante per le importazioni e le esportazioni.

 

Superficie : 637.655 km2

 

Popolazione : 17.070.000 (2022)

I somali costituiscono la maggioranza della popolazione, sono il gruppo etnico più numeroso. Hanno una lingua comune, il somalo. Allo stesso tempo, qui l’arabo è ampiamente utilizzato. La Somalia ospita anche un numero minore di gruppi etnici bantu come Raxanweyn, Digil e Mirifle. Queste persone hanno origini diverse e parlano lingue diverse.

L’Islam è la religione dominante qui, la maggior parte dei somali sono musulmani sunniti. L’Islam gioca un ruolo significativo nella società e nella cultura.

 

Monumenti UNESCO: –

             

Parchi nazionali: 15

 

  1. Parco nazionale di Arbawerow
  2. Parco nazionale Baraako Madow
  3. Parco Nazionale del Buloburto
  4. Parco nazionale di Bushbushle
  5. Parco nazionale del monte Daalo
  6. Parco Nazionale Ga’an Libah
  7. Parco Nazionale Hobyo
  8. Parco Nazionale Las’anod
  9. Parco Nazionale Ras Hafun
  10. Parco Nazionale Shoonto
  11. Parco nazionale Taleh-El Chebet
  12. Parco Nazionale Zayla
  13. Parco nazionale del Jilib
  14. Parco Nazionale Chisimaio
  15. Parco Nazionale Lag Badana