BANGLADESH

Data di creazione : 16 dicembre 1971

Breve storia in ordine cronologico:

Preistoria e Antichità: Il territorio dell’odierno Bangladesh era già abitato in epoca preistorica. Varie culture si sono sviluppate qui nel corso della storia, tra cui l’Impero Maurya e l’Impero Gupta.

Medioevo: durante il Medioevo, il territorio del Bangladesh faceva parte di vari regni indù e buddisti come il Regno Pala.

Islam e dominio Moghul: nel XIII secolo, il territorio del Bangladesh fu gradualmente islamizzato. Durante i secoli XVI e XVII, l’area era sotto il dominio dell’Impero Mughal e divenne una parte importante dell’Impero Mughal.

Dominio britannico: dopo la prima guerra anglo-moghul, il territorio del Bangladesh cadde nelle mani della Compagnia britannica delle Indie Orientali. Il Bangladesh è stato sotto il dominio britannico fino all’indipendenza dell’India nel 1947.

Spartizione del Bengala: dopo l’indipendenza dell’India, la provincia del Bengala fu divisa in due parti nel 1947: il Bengala occidentale annesso all’India e il Bengala orientale assegnato al Pakistan come Pakistan orientale.

Guerra d’indipendenza del Bangladesh: nel 1971 scoppiò la guerra d’indipendenza del Bangladesh, durante la quale la popolazione del Pakistan orientale (l’attuale Bangladesh) insorse contro il regime dominante occidentale. La guerra terminò il 16 dicembre 1971 con la vittoria del Bengala Orientale e la dichiarazione di indipendenza del Bangladesh.

Stato indipendente del Bangladesh: il 26 marzo 1971 fu dichiarata l’indipendenza del Bangladesh e il paese divenne uno stato indipendente con Dacca come capitale. Sheikh Mujibur Rahman divenne il primo presidente.

Instabilità politica: dopo l’indipendenza, il Bangladesh è stato afflitto da instabilità politica, colpi di stato militari e conflitti tra diverse fazioni politiche.

21° secolo: nel 21° secolo, il Bangladesh è stato testimone di una crescita economica e di sforzi di democratizzazione. Il Paese rimane una delle nazioni più popolose del mondo e deve affrontare diverse sfide, tra cui le questioni ambientali e l’accesso ai servizi di base per la popolazione.

 

Abbreviazione internazionale : BD

 

Valuta : Taka del Bangladesh (BDT)

Il taka è diviso in unità più piccole chiamate poisha.

La valuta ha banconote e monete in vari tagli.

 

Dominio Internet : .bd

 

Prefisso telefonico : +880

 

Fuso orario : GMT +6

 

Geografia :

Il Bangladesh si trova sul delta del fiume Gange, che costituisce gran parte del paese. Questo delta è ricco di terreni fangosi stratificati e costituisce la base per l’agricoltura della regione.

Oltre al Gange, altri grandi fiumi come il Brahmaputra (noto come Jamuna in Bangladesh) e il Meghna scorrono attraverso lo stato.

Ha una lunga costa sul Golfo del Bengala. Le zone costiere sono luoghi importanti per la pesca e il turismo.

A est ci sono i Chittagong Hill Tracts. Numerose riserve naturali come la Sundarbans, nota per le sue mangrovie e gli ecosistemi unici. Le Sundarbans ospitano anche la tigre del Bengala.

 

Vetta più alta : Mowdok Mual 1052 metri sopra il livello del mare.

Si trova nella regione dei Chittagong Hill Tracts, nella parte orientale del paese. Questa regione è conosciuta per il suo bellissimo paesaggio montano e lo scenario naturale.

 

Clima :

Il Bangladesh ha un clima fortemente monsonico, il che significa che ha due stagioni principali: la stagione delle piogge (estate) e la stagione secca (inverno). Le piogge monsoniche arrivano tra giugno e ottobre e portano forti piogge, che possono causare inondazioni. Le estati sono calde e umide con temperature elevate che possono superare i 40 °C (104 °F) in alcune zone.

L’inverno, che dura da novembre a febbraio, è generalmente secco con temperature più piacevoli e umidità inferiore.

Il paese è soggetto a cicloni che possono verificarsi durante la stagione delle piogge. Queste tempeste tropicali possono causare gravi danni alle infrastrutture e all’agricoltura.

Si trova ad affrontare una serie di sfide legate al clima, tra cui le inondazioni, l’innalzamento del livello del mare e l’erosione delle coste.

 

Fauna e flora :

Il Bangladesh ospita la tigre del Bengala, una specie in via di estinzione.

L’elefante asiatico è un altro importante mammifero. Gli elefanti vivono principalmente nelle Chittagong Hill Tracts. Le foreste di mangrovie del Sundarbans ospitano varie specie di coccodrilli.

Il paese è un paradiso per gli ornitologi. Molte specie di uccelli possono essere viste in diverse parti del paese, inclusi pappagalli dai colori vivaci, piccioni e aironi.

Gli ecosistemi acquatici sono ricchi di pesci sia d’acqua dolce che marini. La pesca è un’importante fonte di cibo per molti residenti.

Il Sundarbans è noto per le sue vaste foreste di mangrovie e ospita ecosistemi unici. In alcune parti, soprattutto nei Chittagong Hill Tracts, sono presenti foreste primordiali con una ricca vegetazione. Le risaie sono una caratteristica diffusa del paesaggio. Lo stato è ricco di vari tipi di piante e alberi da fiore: orchidee, fiori di loto e alberi di mango.

 

Agricoltura :

Il riso è la coltura principale e l’alimento base. Gli agricoltori coltivano diverse varietà di riso, compreso il comune riso bianco e varietà aromatiche come il basmati. Il riso viene coltivato in vasti campi e fa parte di quasi ogni pasto. Il paese è uno dei principali produttori mondiali di iuta. Viene utilizzato per realizzare sacchi, tappeti e tessuti.

Oltre al riso e alla iuta, vengono coltivate altre colture, tra cui grano, tè, canna da zucchero, tabacco, cotone, legumi e frutta (come banane, mango e agrumi).

Anche la pesca svolge un ruolo importante nell’industria alimentare. Ha abbondanti risorse idriche che consentono la pesca di pesci d’acqua dolce e marini.

 

Estrazione delle materie prime :

Il Bangladesh dispone di riserve di gas naturale, la sua estrazione è diventata un’industria importante nel paese. I principali giacimenti di gas naturale si trovano nell’area di Chattogram e nel Golfo del Bengala. Il paese dispone anche di alcune riserve di carbone, che vengono estratte in diverse località, inclusa l’area di Barapukuria. L’estrazione del carbone è un’importante fonte di energia per l’industria. Abbondanti forniture di granito, utilizzato nella costruzione. L’estrazione di sabbia e ghiaia è importante per i progetti di costruzione e infrastrutture. Sabbia e ghiaia vengono estratte da fiumi e laghi.  Il sale viene estratto da molti laghi salati in diverse parti del Bangladesh. Il paese ha alcune piccole riserve di minerale di ferro, manganese e cromo.

 

Industria :

L’industria tessile è uno dei pilastri principali del settore. Il paese è conosciuto come uno dei maggiori produttori mondiali di abbigliamento e prodotti tessili. Dhaka, la capitale del Bangladesh, è il centro dell’industria tessile, con parchi industriali sparsi in tutto il paese. Il Bangladesh è particolarmente noto per la sua manodopera a basso costo e le capacità produttive veloci.

L’industria alimentare è un altro settore importante. Produce vari prodotti alimentari per il consumo interno e per l’esportazione. Questi prodotti includono riso, tè, zucchero, oli tessili e molto altro.

La crescita dell’edilizia e delle infrastrutture è significativa in Bangladesh. Le città si stanno espandendo rapidamente. I progetti infrastrutturali come autostrade, ponti e zone industriali sono in pieno svolgimento. L’industria alimentare trasforma prodotti agricoli e alimentari. L’industria chimica comprende la produzione di prodotti chimici, fertilizzanti e prodotti farmaceutici.

Grazie alla sua posizione sul Golfo del Bengala, ha un’industria marittima sviluppata. La costruzione navale e la loro esportazione sono importanti fonti di reddito.

 

Servizi e altri settori dell’economia :

 

Punti di interesse naturali e storici : Bagerhat, Lalbagh Fort, città di Sonargaon

La Sundarbans è la più grande foresta di mangrovie del mondo e ospita la tigre del Bengala, in via di estinzione. Questa zona è una delle principali attrazioni turistiche, offrendo l’opportunità di osservare la fauna selvatica, tra cui tigri, coccodrilli e uccelli.

Ha una ricca storia e molti monumenti storici come moschee, palazzi e città antiche. Monumenti famosi includono il Forte Lalbagh a Dhaka, la Moschea delle Sessanta Cupole a Bagerhat e Mahasthangarh a Bográ. Molti festival culturali come Durga Puja, Eid al-Fitr e Pohela Boishakh (Capodanno).

Un’estesa costa sul Golfo del Bengala con bellissime spiagge. Kuakata Beach e Cox’s Bazar sono destinazioni popolari per gli amanti del sole e del mare.

Ci sono molti laghi e cascate naturali nel paese, adatti per escursioni e relax nella natura. Questi includono le cascate Nafa-khum, il lago Kaptai e il fiume Sangu.

I Chittagong Hill Tracts sono una regione montuosa nell’est che offre percorsi di trekking e opportunità per conoscere le culture delle minoranze etniche.

 

 

Forma di governo : repubblica parlamentare

Il presidente è il capo dello stato, ma il suo ruolo è in gran parte cerimoniale. Il vero potere esecutivo è nelle mani del primo ministro, nominato dal presidente e dalla maggioranza del parlamento. Il primo ministro guida il governo e ha una grande influenza sulle politiche e sul processo decisionale del governo.

Il più alto organo legislativo è il Parlamento, chiamato Jatiya Sangsad, che ha due camere: la Camera Bassa (Assemblea Nazionale) e la Camera Alta (Sangsad Parishad). I membri della Camera bassa sono eletti a suffragio universale, mentre i membri della Camera alta sono eletti dalle assemblee statali.

Il sistema giudiziario è indipendente. La Corte Suprema comprende la Corte Suprema di Giustizia e la Corte d’Appello. I tribunali hanno il potere di pronunciarsi su tutte le questioni legali e di proteggere i diritti umani fondamentali della popolazione.

 

Capitale : Dacca

Si trova nella parte centrale del Bangladesh sul fiume Buriganga, il che gli conferisce una posizione strategica e un’importanza storica.

Dhaka ha una ricca storia che risale al IV secolo d.C.. La città era un importante centro commerciale e fu influenzata da vari imperi e dinastie, tra cui i Maurya, i Moghul e l’Impero britannico.

 

Superficie : 147.570 km2

 

Popolazione : 169.400.000 (2022)

La maggioranza della popolazione è bengalese, ma il paese ospita anche diverse minoranze etniche, tra cui Chakma, Marma e Rohingya.

L’Islam è la religione principale e costituisce la maggioranza della popolazione. Oltre all’Islam, nel Paese sono presenti anche minoranze indù e cristiane.

Il bengalese (Bangla) è la lingua ufficiale e costituisce il principale mezzo di comunicazione. L’inglese è ampiamente utilizzato anche nelle istituzioni aziendali e governative.

Il Paese investe nell’istruzione e ha diverse università e scuole.

 

Monumenti UNESCO: 3

 

  1. Bagerhat (1985) – Monumenti della cultura islamica con un gran numero di moschee.
  2. Sómapura Mahávihára (1985) – Il centro religioso e intellettuale del Bengala nei secoli VII-XVII.
  3. Sundarbans (1997) – La foresta pluviale Sundarbans si trova nei delta dei fiumi Gange, Brahmaputra e Meghna nel Golfo del Bengala.

 

Parchi nazionali: 18

 

  1. Parco Nazionale dell’Altdighi
  2. Parco Nazionale Baraiyadhala
  3. Parco Nazionale Bhawal
  4. Parco nazionale del Birgonj
  5. Parco Nazionale Himchari
  6. Parco nazionale di Kadigarh
  7. Parco Nazionale Kaptai
  8. Parco Nazionale Khadim Nagar
  9. Parco Nazionale Kuakata
  10. Parco Nazionale Lawachara
  11. Parco Nazionale Medhakachhapia
  12. Parco Nazionale Madhupur
  13. Parco nazionale del Nababgonj
  14. Parco nazionale di Nijhum Dwip
  15. Parco nazionale di Ramsagar
  16. Parco Nazionale Satchari
  17. Parco Nazionale Shingra
  18. Parco Nazionale Sheikh Jamal Inani