YEMEN

Data di creazione : 22 maggio 1990

Breve storia in ordine cronologico:

Antichità – Nell’attuale Yemen esistevano varie culture antiche, tra cui l’Impero Sabeo e l’Impero Himjar. Queste civiltà prosperarono attraverso il commercio e l’agricoltura.

VII secolo – Lo Yemen fu conquistato dai conquistatori islamici e divenne parte dell’Impero islamico.

XVI secolo – Lo Yemen divenne un luogo di intensi commerci, il porto di Aden divenne un importante snodo commerciale per l’Europa, l’India e l’Africa orientale.

19esimo secolo – A quel tempo, lo Yemen era diviso in diversi stati più piccoli ed era governato da varie tribù arabe.

20° secolo – Dopo la seconda guerra mondiale, il protettorato di Aden divenne sempre più un protettorato britannico, mentre nello Yemen del Nord esistevano molte entità statali rivali.

1960 – Inizia la lotta per l’indipendenza nello Yemen meridionale, che era sotto il controllo britannico. Nel 1967 lo Yemen del Sud ottenne l’indipendenza e divenne la Repubblica Democratica Popolare dello Yemen.

1962 – Nello Yemen del Nord scoppia la rivoluzione e viene fondata la Repubblica Araba dello Yemen.

1990 – Lo Yemen del Nord e quello del Sud si uniscono per formare la Repubblica dello Yemen.

1994 – Nello Yemen scoppia una guerra civile tra il nord e il sud, che si conclude con la conquista e il consolidamento del controllo dell’intero territorio da parte delle forze del nord.

21° secolo – Lo Yemen è sempre più colpito da conflitti, terrorismo e instabilità politica. Nel 2011 scoppiarono le proteste e il presidente Ali Abdullah Saleh fu costretto a dimettersi.

2014 – Gli Houthi, un gruppo ribelle sostenuto dall’Iran, conquistano la capitale Sanaa e iniziano a combattere il governo del presidente Abd-Rabbu Mansour Hadi.

2015 – Una coalizione internazionale guidata dall’Arabia Saudita inizia l’intervento militare nello Yemen per sostenere Hadi e reprimere la minaccia dei ribelli Houthi. Il conflitto nello Yemen continua ancora oggi.

 

Abbreviazione internazionale : YAR

 

Valuta : Rial yemenita (YER)

Un rial yemenita è diviso in 100 halal.

La politica monetaria e il valore del Rial yemenita potrebbero essere influenzati dall’instabilità politica e da fattori economici nel Paese, soprattutto nel contesto del conflitto di lunga data nello Yemen.

 

Dominio Internet : .ye

 

Prefisso telefonico : +967

 

Fuso orario : GMT +3

 

Geografia :

Lo Yemen ha una vasta costa che si trova sul Mar Arabico a sud e sul Mar Rosso a ovest. La costa è conosciuta per le sue bellissime spiagge e porti turistici.

Ci sono diverse catene montuose importanti nel paese. Il più famoso è il massiccio montuoso dell’Hijaz, che comprende la montagna più alta dello Yemen, Jabal An-Nabi Shu’ayb, che raggiunge un’altezza di 3.666 metri sul livello del mare. Questo massiccio montuoso separa le pianure costiere dalle zone interne.

Lo stato presenta estese aree desertiche, soprattutto nella parte orientale del paese, dove si trova parte del Rub’al Khali (quartiere desertico), uno dei deserti di sabbia più grandi del mondo.

L’acqua è una risorsa scarsa. Alcuni dei fiumi che scorrono attraverso questo paese includono Wadi Hadhramaut e Wadi Dhahr. Lo Yemen deve affrontare anche problemi di scarsità idrica e gravi problemi ambientali nelle risorse idriche.

 

Vetta più alta : Nabí Shu’ajb 3666 m sopra il livello del mare.

È anche la montagna più alta della penisola arabica. La montagna si trova nel massiccio montuoso dell’Hijaz nella parte occidentale del paese.

 

Clima :

Le zone costiere hanno un clima caldo e umido. Le temperature qui possono raggiungere i 40°C (104°F) in estate e l’umidità è elevata. Le piogge sono frequenti, soprattutto durante la stagione dei monsoni, che va da giugno a settembre.

Le zone interne, inclusa la capitale Sana’a, hanno un clima secco e caldo. Le temperature estive possono superare i 30°C (86°F), ma di notte può essere molto più fresco. In queste zone piove meno che sulla costa.

Le regioni montuose, soprattutto nel massiccio montuoso dell’Hijaz, hanno un clima più mite. Le temperature sono più basse e possono scendere sotto lo zero nei mesi invernali. L’area ha anche più precipitazioni rispetto alle aree interne e desertiche, il che sostiene l’agricoltura.

La parte orientale comprende aree desertiche, in particolare il Rub’al Khali (quartiere desertico). Il clima qui è molto secco e caldo, con temperature estreme durante il giorno e notti fredde. Le precipitazioni sono minime.

 

Fauna e flora :

I cammelli sono animali domestici tradizionali e vengono utilizzati per i trasporti, l’agricoltura e altri scopi.

Anche le capre sono un animale domestico comune, soprattutto nelle zone montuose dove vengono utilizzate per il latte e la carne.

Il leopardo arabo è una specie di grande felino in via di estinzione: vive nelle zone montuose. Tuttavia, la popolazione del leopardo arabo è molto piccola e rischia l’estinzione.

La gazzella araba è una piccola antilope che vive nelle regioni desertiche e aride.

Lo Yemen ospita molte specie di uccelli, tra cui rapaci, falchi, pellicani e altro ancora. Le aree costiere sono importanti rotte migratorie per gli uccelli.

La tamerice è un albero resistente che cresce nelle regioni aride dello Yemen.

Le acacie sono alberi che hanno la capacità di sopravvivere in ambienti estremamente secchi.

Qat è una pianta ampiamente coltivata qui e ha un significato culturale e sociale significativo. Le sue foglie contengono stimolanti e vengono spesso masticate o mangiate.

Le regioni desertiche ospitano molti tipi di piante adattate a condizioni estreme, comprese le piante grasse e gli arbusti spinosi.

 

Agricoltura :

Lo Yemen è storicamente noto per il suo caffè. Il caffè è coltivato qui da secoli e viene prodotto nei frutteti tradizionali conosciuti come “qatár” o “qat”.

Qat è una pianta le cui foglie contengono stimolanti. Nonostante la sua importanza economica e culturale, il qat ha un impatto negativo sull’acqua e sul suolo perché richiede una grande quantità di acqua. Mais, grano e orzo sono gli alimenti base della dieta yemenita e vengono coltivati ​​nelle zone interne.

I datteri sono un frutto importante nello Yemen. Gli agricoltori coltivano palme da dattero nelle oasi e nelle aree desertiche.

Il paese produce una varietà di frutta e verdura, tra cui fichi, uva, meloni, cetrioli e altro ancora.

Varie spezie ed erbe aromatiche, come il cumino e il coriandolo, sono una parte importante della cucina tradizionale yemenita.

 

Estrazione delle materie prime :

Il petrolio è stato storicamente un importante prodotto di esportazione. I principali giacimenti petroliferi si trovano nella zona di Marib e Shabwah. Tuttavia, il conflitto nel paese ha limitato in modo significativo l’estrazione mineraria e le esportazioni.

Oltre al petrolio, qui viene estratto anche il gas naturale. La materia prima è importante per la produzione di energia elettrica e il consumo locale.

Lo stato è noto per l’estrazione di pietre preziose, in particolare dell’ambra (la pietra dell’ovest), che qui ha una lunga tradizione.

Il sale viene estratto nei deserti yemeniti. In alcune aree si trovano riserve di minerale di ferro, sebbene l’estrazione di questa materia prima sia stata limitata.

 

Industria :

L’industria alimentare comprende la lavorazione degli alimenti come latticini, farina, zucchero, oli e la lavorazione del pesce. La cucina tradizionale yemenita si basa su ingredienti locali.

Ha un’industria tessile che si concentra sulla produzione di abbigliamento e prodotti tessili per il mercato interno.

L’edilizia gioca un ruolo importante a causa delle esigenze di sviluppo delle infrastrutture, costruzione di alloggi e altri progetti.

Il paese dispone di alcune riserve di petrolio, anche se la produzione e la lavorazione sono state influenzate dai conflitti politici e dai bassi prezzi del petrolio sul mercato mondiale.

Produzione di fertilizzanti chimici, pesticidi e altri prodotti chimici per l’agricoltura e l’industria.

In alcune zone si producono prodotti ceramici tradizionali. Lo Yemen ha diversi cementifici che producono cemento per progetti edilizi e infrastrutturali.

 

Servizi e altri settori dell’economia: trasporti e logistica

 

Punti di interesse naturali e storici : Sana’a, Šibám, valle dell’Hadramaut, arcipelago di Socotra

Lo Yemen ha un ricco patrimonio culturale e storico, tra cui antiche città, fortezze, moschee e mercati.

I turisti possono esplorare la ricca cultura dello Yemen, tra cui musica tradizionale, danza e cibo. Anche il Qat, una pianta tradizionale, fa parte della cultura locale.

Offre splendidi scenari naturali, tra cui massicci montuosi, deserti, scogliere e coste. La diversità del paesaggio permette ai turisti di dedicarsi a diverse attività all’aria aperta come alpinismo, trekking e immersioni. Contiene reperti archeologici, tra cui tombe antiche, templi e altri monumenti storici.

Alcune zone, soprattutto nelle oasi, sono note per i loro paesaggi agricoli con campi terrazzati, palmeti e un notevole sistema di irrigazione.

 

 

Forma di governo : governo provvisorio

Lo Yemen ha una complessa eredità politica ed etnica, che ha portato a controversie e conflitti tra i diversi gruppi e tribù del paese. La situazione politica nello Yemen è cambiata nel tempo, portando a cambiamenti nella politica e nella leadership politica.

 

Capitale : San’a

Si trova nella parte centrale del paese. La città di Sanaa ha una ricca storia ed è una delle più antiche città abitate ininterrottamente al mondo.

La città di Sanaa ha più di 2.500 anni di storia ed è stata il centro di vari imperi e dinastie yemenite. È noto per la sua architettura tradizionale, comprese molte case antiche e moschee.

 

Superficie : 528.000 km2

 

Popolazione : 31.000.000 (2022)

Lo Yemen ha una popolazione etnica e culturale diversificata. I gruppi principali sono gli arabi, che costituiscono la maggioranza della popolazione, oltre a gruppi più piccoli come i somali, gli etiopi e gli indo-pakistani. L’Islam è la religione principale nello Yemen. Nel paese predomina l’Islam sunnita, ma esiste anche una piccola comunità musulmana sciita.

La lingua ufficiale qui è l’arabo. I dialetti locali possono presentare differenze significative.

 

Monumenti UNESCO: 5

 

1. L’antica città fortificata di Šibám (1982) – Un’antica città nota per le sue alte case a graticcio.

2. San’a Old City (1986) – Città storica con elementi architettonici tradizionali.

3. Città storica di Zabid (1993) – Antica città con monumenti storici.

4. Arcipelago di Socotra (2008) – Isole uniche con flora e fauna endemiche.

5. Monumenti dell’antico regno sabiano a Marib (2023) – Monumenti storici associati all’antico regno di Marib.

 

Parchi nazionali: 1

 

  1. Parco nazionale dell’Ayhaft Canyon