BULGARIA

Data di creazione : 3 marzo 1878

Breve storia in ordine cronologico:

681 – Il primo stato bulgaro viene fondato da una tribù di bulgari sotto la guida di Asparuch.

864 – Boris I si converte al cristianesimo e il bulgaro diventa la lingua ufficiale.

1185 – Gli Asen governano il secondo stato bulgaro.

1396 – La Bulgaria viene sconfitta dai turchi ottomani nella battaglia di Nikopol e diventa parte dell’Impero Ottomano.

1878 – Ottiene l’indipendenza dall’Impero Ottomano.

1908 – Diventa un regno.

1912-1913 – La Bulgaria partecipa alle guerre balcaniche contro l’Impero Ottomano.

1915 – Il paese entra nella Prima Guerra Mondiale a fianco della Triplice Alleanza.

1944 – Il Partito Comunista prende il potere dopo l’intervento dell’Armata Rossa.

1989 – Cade il regime comunista e la Bulgaria diventa una democrazia.

2004 – La Bulgaria diventa membro della NATO.

2007 – Ingresso nell’Unione Europea.

 

Abbreviazione internazionale: BG

 

Valuta : Lev bulgaro (BGN)

La moneta è divisa in 100 centesimi

In circolazione ci sono monete in tagli da 1, 2, 5, 10, 20, 50 cento e 1 lev e banconote in tagli da 2, 5, 10, 20, 50 e 100 leva. Sulle banconote sono raffigurati personaggi importanti della storia e della cultura bulgara, come Cirillo e Metodio, Ivan Vladislava, Vasil Levski, Christo Botev, Penčo Slavejkov, Ivan Milev e il Secondo Impero Bulgaro.

 

Dominio Internet : .bg

 

Prefisso telefonico : +359

 

Fuso orario : + 2 GMT

 

Geografia :

Il paese si trova nella penisola balcanica con una superficie molto accidentata.

Si trova nell’Europa sud-orientale e confina a nord con la Romania, a ovest con la Macedonia del Nord e la Serbia, a sud con la Grecia e a sud-est con la Turchia. La Bulgaria ha anche uno scarso accesso al Mar Nero a est.

È un paese montuoso con un’altitudine media di 470 metri.

La Bulgaria è inoltre ricca di fiumi, i più importanti dei quali sono il Danubio (che segna il confine settentrionale del paese), la Marica, l’Iskar e il Tundzha. Nel paese ci sono anche molti laghi, i più grandi dei quali sono il Lago Sun, il Lago Mlíčné e il Lago Pomařanské.

 

La vetta più alta : Musala 2925 m sul livello del mare

Si trova sui Monti Rila, che fanno parte dei Monti Balcani. Musala è una popolare destinazione turistica ed è visitata ogni anno da numerosi escursionisti e alpinisti.

È un importante centro sciistico in inverno, mentre l’escursionismo è popolare in estate. Intorno alla montagna si trovano numerose altre vette e laghi, che offrono opportunità per escursioni a piedi, in mountain bike e altre attività all’aperto.

C’è una piccola cappella in cima alla montagna e la vista da qui è meravigliosa, soprattutto sui circostanti Monti Rila e sul Parco Nazionale del Rila. Molti turisti scelgono di andare a Musala come parte di un’escursione più lunga o come singolo viaggio.

 

Clima :

La Bulgaria ha un clima continentale prevalentemente temperato con influenze climatiche mediterranee nel sud. Nelle zone montuose il clima è più freddo con nevicate frequenti, soprattutto in inverno.

Le temperature medie estive variano tra 25 e 30 °C, con elevata umidità sulla costa del Mar Nero. Le temperature invernali sono intorno a 0 °C, ma nelle zone montuose possono scendere fino a -20 °C. La primavera e l’autunno sono generalmente miti con temperature medie intorno ai 15-20°C.

Lungo la costa del Mar Nero gli inverni sono più miti e le temperature sono in media leggermente più alte che in altre zone della Bulgaria.

 

Fauna e flora:

La Bulgaria ospita circa 13.000 specie di piante, alcune delle quali non si trovano in nessun’altra parte del mondo. Le specie più comuni includono quercia, betulla, pino, abete, tiglio e acero.

Troviamo qui anche molti animali, tra cui lupi, volpi, martore, cinghiali, cervi, capre e orsi. I Monti Rila ospitano molte specie di uccelli importanti, come l’aquila reale, il falco pellegrino, il picchio nero, il piviere dorato e la beccaccia. Sulla costa del Mar Nero vivono sule, balene e delfini.

 

Agricoltura :

Il paese dispone di vaste aree agricole, compresi i campi irrigati nella valle del fiume Marica, dove si coltivano cotone, tabacco, riso e verdure. Nelle zone con terreno meno fertile, come le regioni montuose, vengono coltivati ​​cereali come il grano e l’orzo.

Vengono coltivati ​​anche frutta e verdura come pomodori, cetrioli, peperoni, meloni, albicocche, mele e uva. Importante è anche l’allevamento del bestiame, soprattutto sui monti Rila, Pirin e Rodopi. Importante per il Paese è anche la produzione di latte, formaggio e carne.

La Bulgaria è un importante produttore di vari tipi di vino come Merlot, Cabernet Sauvignon e Chardonnay. I vigneti sono situati in diverse aree del paese, tra cui la Sun Valley e la Marica River Valley.

 

Estrazione delle materie prime :

La Bulgaria dispone di importanti risorse naturali, tra cui riserve di carbone, minerali ferrosi, rame, piombo, zinco, manganese, argento e oro. In passato, l’estrazione di queste materie prime era un’industria importante in Bulgaria.

Tuttavia, attualmente, l’estrazione della maggior parte delle materie prime è limitata. Il carbone viene estratto nella zona di Pernik e Železný hory, ma l’estrazione è limitata a causa dei costi elevati e delle preoccupazioni degli ambientalisti. I minerali ferrosi e il rame vengono estratti nella regione di Srednogoria, ma anche questa estrazione è limitata.

Sono inoltre presenti riserve di materie prime minerali quali bentonite, barite, fluorite, caolino, solfato di magnesio, solfato di potassio, solfato di sodio, gesso e mica. Queste materie prime vengono principalmente estratte su piccola scala e vengono utilizzate principalmente per le esigenze dell’industria nazionale.

 

Indistria:

Le industrie più importanti sono l’industria alimentare, l’industria pesante, l’ingegneria, l’industria tessile, l’industria chimica e l’energia.

L’industria alimentare è molto sviluppata in Bulgaria, soprattutto grazie al vasto settore agricolo. Nel paese vengono prodotti molti alimenti diversi, inclusi latticini, carne, pesce, prodotti da forno e dolciumi.

L’industria pesante si concentra sulla produzione di acciaio, cemento e altri materiali da costruzione. In Bulgaria vengono prodotti anche automobili, veicoli, navi e altri macchinari.

L’industria tessile è un altro importante ramo industriale in Bulgaria, specializzato nella produzione di abbigliamento, calzature e accessori. C’è anche una significativa produzione di tappeti e materiali tessili nel paese.

L’industria chimica bulgara produce prodotti chimici di base, inclusi nitrati, fosfati e acidi, che vengono utilizzati in vari processi industriali. Il settore energetico si concentra sulla generazione di elettricità da una varietà di fonti, compresi i combustibili fossili e fonti alternative come l’energia idroelettrica, eolica e solare.

 

Servizi e altri settori dell’economia : turismo, banche, servizi, trasporti, settore informatico

 

Punti d’interesse naturali e storici:

Resort come Golden Sands, Sunny Beach, Nesebar e Albena sono apprezzati dai turisti di tutto il mondo. Queste località offrono una vasta gamma di hotel, appartamenti, bar, ristoranti e locali notturni. I turisti possono anche praticare vari sport acquatici come immersioni, windsurf, vela e pesca.

Il paese ha anche una ricca storia e cultura, che attira molti turisti. La Bulgaria ospita numerosi monumenti storici, come anfiteatri romani, castelli medievali, monasteri e chiese. Tra le più importanti ci sono l’antica città di Plovdiv, Nesebar e la capitale Sofia.

La Bulgaria ha anche una ricca cucina tradizionale composta da cibi gustosi e sani. Tra le specialità locali figurano il formaggio di capra, la banica (frittelle con vari ripieni), l’insalata Šopska, le anatre croccanti arrosto e molto altro ancora.

In inverno, gli sport invernali come lo sci e lo snowboard sono popolari nelle regioni di Pirin, Rila e Rodopi.

 

 

Governo : repubblica parlamentare

La Bulgaria è una repubblica parlamentare con una costituzione democratica. Il capo dello Stato è il presidente, eletto dal popolo per un mandato di cinque anni. Il presidente ha poteri limitati, ma è il più alto rappresentante dello Stato.

Il potere legislativo spetta al Parlamento bulgaro, che è composto da due camere: l’Assemblea nazionale e l’Assemblea nazionale per la protezione civile. L’Assemblea nazionale è la camera principale del parlamento ed è composta da 240 deputati eletti dal popolo per un mandato di quattro anni. L’Assemblea nazionale per la protezione civile è la seconda camera ed è composta da 45 senatori, anch’essi eletti per un mandato quadriennale.

Il potere governativo in Bulgaria è esercitato dal governo, nominato dal presidente e approvato dall’Assemblea nazionale. Il governo è responsabile dell’amministrazione del paese e della gestione degli affari statali.

La magistratura in Bulgaria è indipendente e si articola su tre livelli: tribunali generali, corti d’appello e Corte suprema. I tribunali sono responsabili dell’amministrazione della giustizia e del giudizio di una varietà di casi, comprese le controversie penali, civili e di lavoro.

La Bulgaria è inoltre divisa in 28 regioni, che hanno i propri organi rappresentativi e autogoverno.

 

Capitale : Sofia

Si trova nella parte occidentale del paese ed è circondata dalla catena montuosa Vitoša.

La città ha una ricca storia che risale ai tempi antichi. Nel corso della storia, Sofia è stata influenzata da varie culture, tra cui quella greca, romana, bizantina, ottomana e russa.

Sofia è conosciuta per i suoi monumenti storici come la Cattedrale di Sofia, la Chiesa Russa, il Palazzo Nazionale della Cultura e il Museo di Storia Nazionale. La città ha anche molti parchi e giardini, come Borisova gradina e i giardini sui Monti Vitoša, che offrono ai residenti e ai turisti opportunità di riposo e svago.

Qui si svolgono vari eventi e festival culturali, tra cui il Festival Internazionale del Cinema di Sofia, il Festival del Patrimonio Culturale di Kukeri e il sofisticato festival musicale Sofia Music Weeks.

 

Superficie : 110.994 km2

 

Popolazione : 6.550.000 (2022)

I bulgari costituiscono la parte più numerosa della popolazione, rappresentando circa il 76% della popolazione. Il resto della popolazione è costituito principalmente da turchi, rom e altre minoranze.

La Bulgaria è un paese con un basso tasso di natalità e un alto tasso di mortalità, il che significa che la popolazione sta invecchiando e diminuendo. Nel tentativo di fermare questa tendenza, il governo bulgaro ha introdotto diverse misure, come le agevolazioni fiscali per le famiglie con bambini, il sostegno alla maternità e agli assegni parentali e lo sviluppo di programmi di adozione.

La maggior parte della popolazione bulgara vive nelle aree urbane, mentre le aree rurali sono molto più sparse.

 

Monumenti UNESCO: 10

 

  1. Casa Nazionale Ungherese e Sito Archeologico a Pliska (1979) – Questo sito era la capitale del primo stato bulgaro che esisteva nel VII e VIII secolo. La Casa Nazionale Ungherese è un sontuoso edificio a due piani con una splendida vista sulla campagna circostante. Il sito archeologico contiene i resti di palazzi, chiese e fortezze del periodo del primo stato bulgaro.
  2. Foreste di faggio antiche e primordiali dei Carpazi e di altre regioni d’Europa (2007) – Queste aree sono note per le loro eccezionali foreste di faggio che sono state conservate nel loro stato naturale per secoli. Oltre alla Bulgaria, questo sito comprende foreste in 12 paesi.
  3. L’antica città di Nesebar (1983) – Nesebar è una pittoresca cittadina sulla costa del Mar Nero, costituita da chiese storiche, palazzi e fortezze. La città fu fondata nell’antichità e divenne famosa durante l’impero bizantino.
  4. Monastero di Rila (1983) – Fondato nel X secolo ed è uno dei monasteri ortodossi più importanti dei Balcani. È un luogo di vita spirituale e di culto, ma anche di architettura e arte uniche.
  5. Parco Nazionale Pirin (1983) – Il parco è noto per le sue alte montagne, le valli boscose, i laghi glaciali e la ricca biodiversità.
  6. Tomba tracia di Sveštari (1985) – Si tratta di un’antica tomba che risale al III secolo a.C. ed è nota per le sue notevoli caratteristiche architettoniche e artistiche.
  7. Monastero di Boyan (1979) – Questo monastero fu fondato nel X secolo ed è uno dei monasteri bulgari più famosi. È un luogo di vita spirituale, ma anche di architettura e arte uniche.
  8. Tomba tracia di Kazanlak (1979) – Questo è un luogo di sepoltura unico che è stato scoperto nel 1944. Situato vicino alla città di Kazanlak, contiene affreschi del IV secolo a.C. che mostrano la vita degli aristocratici traci e i loro rituali.
  9. Chiese rupestri di Ivanovo (1979) – Questo complesso di chiese rupestri si trova nella valle del fiume Rusenski Lom e fu costruito nei secoli XIII-XIV. Le chiese sono scavate nella roccia e decorate con affreschi che mostrano l’influenza dello stile bizantino.
  10. Riserva naturale di Srebarna (1983) – Situata sulle rive del fiume Danubio, ospita molte specie animali e vegetali in via di estinzione, tra cui pellicani bianchi, castori e gatti selvatici. È un’importante stazione per la migrazione degli uccelli e un importante sito per la ricerca ecologica.

 

Parchi nazionali: 3

 

  1. Parco nazionale dei Balcani Caentrali
  2. Parco nazionale del Pirin
  3. Parco nazionale del Rila