SERBIA

Data di creazione : 5 giugno 2006

Breve storia in ordine cronologico:

VII secolo: insediamenti slavi nell’area dell’odierna Serbia.

IX secolo: nascita delle prime entità statali slave.

12° secolo: formazione della prima entità statale serba Raška.

XIII secolo: nascita del Regno di Serbia sotto il dominio della dinastia Nemanjić.

XIV secolo: sviluppo della cultura e dello stato serbo, la Chiesa ortodossa serba ottiene l’autonomia.

XV e XVI secolo: l’Impero Ottomano conquista gradualmente i territori serbi.

19° secolo: ascesa della coscienza nazionale, rivolta serba contro l’Impero Ottomano (1804).

1878: La Serbia ottiene il riconoscimento internazionale come principato indipendente.

1882: Fusione di Serbia e Montenegro nel Regno dei Serbi, Croati e Sloveni.

1918: Formazione del Regno dei Serbi, Croati e Sloveni, più tardi conosciuto come Regno di Jugoslavia.

1941-1945: la Jugoslavia viene occupata durante la Seconda Guerra Mondiale.

1945-1990: la Jugoslavia diventa uno stato socialista sotto la guida di Josip Broz Tito.

1991-2001: disintegrazione della Jugoslavia in stati indipendenti, compresa la Serbia, guerra nella regione.

2006: La Serbia si separa dall’Unione degli Stati di Serbia e Montenegro e diventa uno Stato indipendente.

 

Abbreviazione internazionale : SRB

 

Valuta : Dinaro serbo (RSD)

Il dinaro ha avuto corso legale in Serbia sin dalla sua indipendenza e ha sostituito il dinaro jugoslavo utilizzato durante l’esistenza della Jugoslavia.

 

Dominio Internet : .rs

 

Prefisso telefonico : +381

 

Fuso orario : + 1 GMT

 

Geografia :

Situata nella penisola balcanica nell’Europa centrale e sudorientale, la Serbia ha un paesaggio geografico vario che comprende caratteristiche diverse, da montagne e valli a fiumi e laghi. Questo paese ha una lunga storia che si riflette nella sua geografia.

Nel nord-ovest si trovano i Carpazi e i Monti Dinarici, parte del più ampio sistema montuoso Dinarico. Qui troverete i monti Kopaonik e Tara, che costituiscono la base per le attività di montagna e il turismo.

La parte centrale ospita vaste vallate, terreni agricoli e città storiche. La capitale è Belgrado, che si trova in questa regione e ha una posizione strategica alla confluenza dei fiumi Sava e Danubio.

La parte meridionale è influenzata dalle catene montuose che fanno parte del sistema montuoso dei Balcani. I monti Šar planina e Kruševac offrono paesaggi spettacolari e opportunità per attività all’aria aperta.

A nord si trova la vasta pianura danubiana, attraversata dal fiume Danubio. Questa zona è importante dal punto di vista agricolo e ha un’influenza importante sull’economia del paese.

Il paese è anche ricco di risorse idriche, con fiumi importanti come la Sava, la Tisa, la Morava e la Drina. Inoltre ci sono laghi come il lago Palić e Gazivode.

 

Vetta più alta : Midžur 2174 m sopra il livello del mare

Si trova nella catena montuosa Stara planina, che si trova al confine tra Serbia e Bulgaria. Midžor è una destinazione popolare per escursionisti e scalatori per la sua altezza e le viste pittoresche dalla cima.

 

Clima :

È diversificato, influenzato dalla sua posizione geografica, che comprende regioni montuose, valli, pianure e la vicinanza ai corsi d’acqua. Fondamentalmente, la Serbia ha un clima continentale con estati leggermente più calde e secche e inverni più freddi.

 

Fauna e flora:

Alcune delle specie più caratteristiche della fauna selvatica vivono nelle foreste e nelle montagne serbe.

Gli orsi bruni spaziano nelle zone montuose, mentre i lupi sono presenti nella maggior parte delle aree boschive e selvagge.

La lince si trova nelle foreste montane ed è un fenomeno raro.

Anche gli uccelli svolgono un ruolo importante nella fauna serba. L’aquila reale, un grande predatore, nidifica in remote zone rocciose.

Sul Danubio e sulla Sava si possono trovare diverse specie di uccelli acquatici.

La flora della Serbia è altrettanto varia. La quercia invernale è una specie autoctona qui, che cresce principalmente nei boschi di montagna. I pini sono alberi comuni nelle zone montuose e sui terreni sabbiosi. Questi alberi formano una caratteristica comunità forestale.

Il tulipano dalmata fiorisce nei mesi primaverili nelle zone montuose.

Ortica, nota per le sue proprietà medicinali.

 

Agricoltura :

Cereali come il grano e il mais sono colture chiave per la sicurezza alimentare e la produzione di mangimi per animali.

Semi oleosi come il girasole e la colza vengono coltivati ​​per la produzione di oli e altri prodotti.

Frutta e verdura sono componenti importanti dell’agricoltura serba. Alberi da frutto come meli, ciliegi e albicocchi crescono in più regioni. Le verdure vengono coltivate sia in campo aperto che in serra, il che consente una produzione tutto l’anno.

Anche l’allevamento del bestiame ha un significato tradizionale. Le fattorie serbe allevano bovini, suini e pollame, il che garantisce l’approvvigionamento di latte, carne e altri prodotti animali.

 

Estrazione delle materie prime :

Le miniere di carbone svolgono un ruolo significativo nel settore energetico. La lignite, estratta nella regione di Kolubara, funge da fonte energetica di base.

Altre materie prime chiave sono minerali e metalli come rame, piombo e zinco che vengono lavorati per la produzione industriale.

Il minerale di ferro, estratto nella parte meridionale del paese, svolge un ruolo chiave nella produzione dell’acciaio e nella metallurgia.

L’estrazione e la frantumazione della pietra forniscono materiali di base per la costruzione e le infrastrutture.

 

Industria :

L’industria automobilistica è uno dei settori più importanti dell’industria in Serbia. Nella regione si trovano gli stabilimenti produttivi di diverse importanti aziende automobilistiche.

La produzione di acciaio, prodotti in metallo e altri materiali è essenziale per molti altri settori.

L’industria alimentare svolge un ruolo chiave nel garantire la sicurezza alimentare. Questo settore comprende la lavorazione di carne, latticini, prodotti da forno e bevande.

L’energia è un altro settore importante.

L’industria tessile e dell’abbigliamento, un tempo importante, si è gradualmente trasformata a causa della concorrenza globale.

 

Servizi e altri settori dell’economia : servizi, telecomunicazioni, commercio, trasporti stradali e fluviali

 

Punti di interesse naturali e storici :

Il patrimonio storico e culturale della Serbia è sorprendente e comprende monasteri medievali immersi in splendidi paesaggi. Questi monasteri, come il Monastero di Studenica, riflettono non solo la bellezza architettonica, ma anche un profondo significato religioso.

Il paesaggio è impressionante nella sua diversità, dalle catene montuose alle valli fluviali. Il Parco Nazionale di Tara presenta un ambiente unico con canyon profondi e splendidi panorami. I turisti vengono qui non solo per lo scenario naturale, ma anche per le opportunità di attività all’aria aperta come l’escursionismo e la mountain bike.

Le sorgenti termali e le terme sono ricercate per i loro effetti curativi e l’atmosfera rilassante. Le strutture termali locali offrono una vasta gamma di trattamenti terapeutici che attraggono i visitatori in cerca di riposo e rinnovamento.

 

 

Forma di governo : repubblica parlamentare

La costituzione statale della Serbia si basa sui principi di una repubblica parlamentare con particolare attenzione alla democrazia, ai diritti civili e allo stato di diritto. Il sistema presidenziale nel paese prevede il ruolo del presidente, eletto con voto diretto dei cittadini. Il Presidente ha doveri e poteri di rappresentanza relativi alla politica estera, alle nomine governative e ad altre funzioni statali. Il mandato presidenziale dura cinque anni.

La struttura parlamentare comprende l’Assemblea nazionale (Narodna sakpsuta) e il Consiglio della Repubblica (Veće republika). L’Assemblea nazionale è il principale organo legislativo ed è composta da deputati eletti mediante elezione diretta. Questa camera ha il potere di approvare leggi, controllare il governo e svolgere funzioni legislative. Il Consiglio della Repubblica rappresenta le province autonome e tiene conto degli interessi specifici regionali.

Il governo è l’organo esecutivo del potere statale. È guidato da un primo ministro nominato dal presidente e ha il potere di formare un governo. Il governo gestisce l’amministrazione, la politica estera, l’economia e altri settori chiave del paese. È responsabile davanti all’Assemblea Nazionale e può essere revocato in caso di sfiducia.

La magistratura è indipendente e garantisce la giustizia e lo Stato di diritto. La Corte Suprema è la massima autorità giudiziaria e ha giurisdizione su tutte le questioni giudiziarie, comprese le questioni costituzionali. Il sistema giudiziario è un elemento chiave per il mantenimento dello Stato di diritto e la garanzia dei diritti e delle libertà civili.

 

Capitale : Belgrado

La sua posizione alla confluenza dei fiumi Sava e Danubio gli conferisce un carattere speciale e un’importante posizione strategica.

La Fortezza di Belgrado, che domina il paesaggio urbano, è un simbolo del suo patrimonio storico. Questo imponente edificio non solo testimonia il suo ricco passato, ma offre anche viste mozzafiato sulla città e sulla campagna circostante. I visitatori possono esplorare le mura storiche, le porte e i cortili dove si sono svolti eventi importanti.

Belgrado è nota anche per le sue strade vivaci, la più famosa delle quali è via Knez Mihailova. Questo famoso viale è pieno di negozi, caffè e ristoranti che invitano a passeggiare e fare shopping. È un luogo dove la storia e il presente si mescolano.

La Chiesa di San Sava, una maestosa chiesa ortodossa, è un altro importante punto di interesse. La sua magnifica architettura e il suo significato spirituale attirano visitatori e credenti da tutto il mondo. L’area intorno al tempio è spesso il centro di eventi culturali e religiosi.

Skadarlija, un quartiere pittoresco, è un’oasi di atmosfera artistica e fascino tradizionale. Strade piene di gallerie d’arte, caffè e pub creano un’atmosfera unica che trasporta i visitatori nel passato.

 

Superficie : 88.361 KM2

 

Popolazione : 6.800.000 (2022)

Il gruppo etnico più numeroso è quello dei Serbi, che costituiscono la maggioranza della popolazione. Inoltre, in Serbia vivono anche diversi gruppi etnici più piccoli come ungheresi, croati, bosniaci, rom, slovacchi e altri.

Il cristianesimo ortodosso è la religione dominante qui. Inoltre esiste anche una minoranza musulmana, soprattutto nella regione del Sangiaccato.

La lingua ufficiale nel paese è il serbo. I serbi usano il cirillico e il latino, entrambi ufficialmente riconosciuti.

 

Monumenti UNESCO: 5

 

  1. Gamzigrad-Romuliana, Palazzo Galerius (2007) – Si tratta di un complesso di antichi edifici costruiti durante il periodo romano, originariamente costruito per l’imperatore romano Galeria Valerius Maximianus.
  2. Monumenti medievali in Kosovo (2004) – Quattro edifici che riflettono le vette della cultura ecclesiastica romanico-bizantina sviluppatasi nei Balcani tra il XIII e il XVII secolo.
  3. Stari Ras e Sopoćani (1979) – Situati in Serbia, questi monumenti medievali ci offrono una preziosa visione del passato e si riferiscono alla ricca storia e cultura della regione.
  4. Cimiteri medievali di Stećci (2016) – Un patrimonio culturale unico situato in diverse parti della penisola balcanica, principalmente nelle aree dell’odierna Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Montenegro e Serbia. Le Stećci sono lapidi in pietra con ornamenti e rilievi caratteristici.
  5. Monastero di Studenica (1986) – È uno dei monasteri ortodossi più importanti e antichi della Serbia. Si trova nella regione montuosa di Zlatibor, a circa 39 km a ovest della città di Kraljevo.

 

Parchi nazionali: 4

 

  1. Parco Nazionale del Derdap
  2. Parco nazionale Kopaonik
  3. Parco Nazionale della Tara
  4. Parco nazionale della Fruška gora