DOMINICA

Data di creazione : 3 novembre 1978

Breve storia in ordine cronologico:

1635: i francesi stabiliscono il primo insediamento europeo permanente nella Dominica.

1761: una forza navale britannica occupa l’isola.

1783: Secondo i termini dell’accordo di pace di Parigi, la Dominica viene restituita alla Francia.

1785: I francesi rioccupano la Dominica.

1783-1785: Britannici e francesi si alternarono più volte nel controllo dell’isola durante il periodo delle guerre napoleoniche.

1814: Secondo il Congresso di Vienna, l’isola fu definitivamente ceduta alla Gran Bretagna.

1831: Sotto l’amministrazione della Corona britannica, la Dominica fu unita ad Antigua e Barbuda.

1978: il 3 novembre 1978 il paese ottiene la piena indipendenza dal Regno Unito.

 

Abbreviazione internazionale : WD

 

Valuta : dollaro dei Caraibi orientali (XCD)

Il dollaro dei Caraibi orientali è la valuta comune di diversi paesi dei Caraibi che sono membri dell’Unione monetaria dei Caraibi orientali.

È diviso in 100 centesimi, simile al dollaro americano. Esistono monete e banconote di vari tagli.

 

Dominio Internet : .dm

 

Prefisso telefonico : +1768

 

Fuso orario : -4 GMT

 

Geografia :

Lo stato insulare delle Piccole Antille situato nel Mar dei Caraibi e nell’Oceano Atlantico.

La Dominica si trova nei Caraibi tra la Guyana francese a nord e l’isola della Martinica a sud.

L’isola ha una superficie montuosa e montuosa. È dominato da catene montuose con numerosi vulcani.

È ricco di risorse idriche. Sull’isola ci sono molti fiumi e torrenti, alcuni dei quali adatti per gli sport acquatici e l’escursionismo.

Il paese è noto per le sue lussureggianti foreste tropicali e foreste pluviali.

 

Vetta più alta : Morne Diablotins 1447 m sul livello del mare

È uno stratovulcano attivo situato nella parte settentrionale dell’isola.

Il nome “Morne Diablotins” deriva dalla parola francese “Diablotin”, che significa piccolo diavolo. Questo nome è stato scelto probabilmente per la forma della parte superiore, che ricorda le corna o le sommità delle orecchie cornute del diavolo.

 

Clima :

La Dominica ha un clima caldo e tropicale tutto l’anno. Le temperature medie variano tra i 25°C ed i 30°C, con minime notturne e massime di giorno.

Il paese ha due principali stagioni delle piogge. La prima stagione delle piogge va da giugno a novembre, quando sono possibili gli uragani. La seconda stagione delle piogge dura da dicembre a maggio. I mesi più piovosi sono luglio e agosto, quando può piovere molto.

Si trova in una zona dei Caraibi soggetta agli uragani.

 

Fauna e flora:

L’uccello nazionale della Dominica è l’Amazzonia imperiale, una specie di pappagallo in grave pericolo di estinzione. Qui vivono anche diverse specie di colibrì.

L’isola ha diverse specie di serpenti e lucertole. Uno dei serpenti endemici della Dominica è il Dominica Boa (Boa constrictor imperator), la più grande vipera dell’isola.

La Dominica ospita anche una varietà di specie di anfibi, tra cui la raganella della Dominica (Eleutherodactylus cochranae) e molte altre rane.

Vaste foreste pluviali ricoprono gran parte dell’isola.

Sull’isola crescono anche fiori esotici e orchidee dai bellissimi colori.

Varie specie di palme, tra cui una specie gemella di palma da cocco, famosa per le sue noci e il suo olio.

 

Agricoltura :

Le banane sono il principale prodotto agricolo qui e costituiscono una parte significativa delle esportazioni.

Un altro importante settore dell’agricoltura è la produzione di ortaggi a radice come patate dolci, manioca e taro.

Il paese è noto anche per la produzione di caffè e cacao. Il caffè e il cacao di qualità della Dominica vengono esportati nei mercati internazionali e sono apprezzati dagli amanti del caffè e del cioccolato di qualità.

L’isola produce una varietà di frutti, tra cui ananas, agrumi, guaiave e altri frutti tropicali. Questi frutti vengono spesso venduti nei mercati locali.

 

Estrazione delle materie prime : nessuna

 

Industria :

L’industria alimentare prevede la trasformazione di frutta, verdura, spezie, caffè e cacao locali in prodotti alimentari come cioccolato, caffè, marmellate e salse.

La Dominica ha un paesaggio boscoso, che consente lo sviluppo dell’industria della lavorazione del legno.

 

Servizi e altri settori dell’economia : turismo

 

Punti di interesse naturali e storici: le città di Roseau, Portsmouth, il Parco Nazionale Morne Trois Pitons

La Dominica è nota per le sue bellezze naturali, tra cui foreste pluviali, cascate, montagne, fiumi e spiagge. Alcune delle attrazioni naturali più famose includono Trafalgar Falls, Boiling Lake, Emerald Pool e la caldera in montagna.

I turisti possono anche esplorare il patrimonio culturale, compresa la cucina locale, la musica e la danza. Mercati e festival offrono l’opportunità di scoprire la cultura e l’artigianato tradizionale.

Il paese è un porto popolare per le navi da crociera.

 

 

Forma di governo: repubblica parlamentare

La Dominica è una repubblica parlamentare con un sistema di governo a più livelli. Il presidente della Dominica è il capo dello stato e rappresenta i rappresentanti dello stato. Questa carica è ricoperta dal presidente, eletto per un mandato di cinque anni. Ha un ruolo più cerimoniale e rappresenta lo stato all’estero.

Il vero potere esecutivo nel paese spetta al governo guidato dal Primo Ministro. Di solito è il leader del partito politico che ha vinto il maggior numero di seggi alla Camera dei Comuni durante le elezioni generali. Questo lo rende il capo del governo ed è responsabile della gestione del paese, dell’attuazione della politica e della gestione del governo.

Il Parlamento è bicamerale ed è composto dalla Camera bassa (Camera dell’Assemblea) e dalla Camera alta (Senato). I membri della Camera dei Comuni vengono eletti durante le elezioni generali, mentre i senatori vengono nominati. Il Parlamento svolge un ruolo chiave nel processo legislativo e supervisiona la creazione di leggi e politiche nel paese.

 

Capitale : Roseau

La città si trova sulla costa sud-occidentale dell’isola, vicino alla foce del fiume Roseau nel Mar dei Caraibi.

Roseau è una città relativamente piccola con un’architettura pittoresca che riflette la storia e la cultura dell’isola.

Anche il porto principale della Dominica si trova a Roseau.

 

Superficie : 751 km2

 

Popolazione : 75.000 (2022)

La popolazione della Dominica è diversificata, con la maggior parte dei residenti discendenti afro-caraibici di schiavi africani, ma ci sono anche comunità più piccole di persone di origine europea, indiana e siriana.

La lingua ufficiale è l’inglese. Sull’isola si parlano anche varietà creole dell’inglese e sono comunemente usate nella vita di tutti i giorni.

Il cristianesimo è la religione dominante, principalmente la Chiesa cattolica romana. Ci sono anche chiese protestanti e comunità più piccole di altre religioni.

 

Monumenti UNESCO: 1

 

  1. Parco Nazionale Morne Trois Pitons (1997) – È una delle aree protette più importanti e conosciute dell’isola di Dominica nei Caraibi. La sua parte è la già menzionata vetta più alta del paese.

 

Parchi nazionali: 3

  1. Parco nazionale Morne Trois Pitons
  2. Parco Nazionale dei Cabrits
  3. Parco nazionale di Soufriere Sulphur Springs