NICARAGUA

Data di creazione : 15 settembre 1821

Breve storia in ordine cronologico:

XVI secolo: inizia la colonizzazione spagnola con l’arrivo dei conquistadores spagnoli.

1821: Il Nicaragua ottiene l’indipendenza dalla Spagna.

1838: La Federazione Centroamericana si scioglie e il Nicaragua diventa una repubblica indipendente.

1855-1857: il conquistatore americano William Walker tenta di prendere il controllo del Nicaragua, ma alla fine viene sconfitto.

1893: Viene formato il Partito Liberale Nicaraguense, che influenzerà gli eventi politici del paese.

XX secolo: l’instabilità politica, i colpi di stato e i conflitti tra liberali e conservatori interferiscono con lo sviluppo del paese.

1936-1979: Il paese era controllato dalla dinastia Somoza, che governò in modo molto autoritario.

1960-1970: emergono gruppi ribelli che combattono il governo Somoza.

1978-1979: La rivoluzione nicaraguense porta al rovesciamento della dinastia Somoza e all’ascesa del governo sandinista.

1980-1990: Guerra civile tra i sandinisti e i controrivoluzionari insorti (i cosiddetti Contras) sostenuti dagli Stati Uniti.

1990: i sandinisti perdono le elezioni e inizia un periodo di cambiamento politico.

2006: Daniel Ortega, ex leader sandinista, torna alla presidenza.

2010: il governo di Ortega viene criticato per il comportamento autoritario e la repressione dell’opposizione.

 

Abbreviazione internazionale : NIC

 

Valuta : Córdoba nicaraguense (NIO)

Córdoba prende il nome dal conquistatore spagnolo Francisco Hernández de Córdoba, che giocò un ruolo importante nella colonizzazione spagnola della zona.

La valuta è divisa in unità più piccole chiamate centavos.

 

Dominio Internet : .ni

 

Prefisso telefonico : +505

 

Fuso orario : -6 GMT

 

Geografia :

Il Nicaragua si trova tra l’Honduras a nord e la Costa Rica a sud. È bagnata dal Mar dei Caraibi a est e dall’Oceano Pacifico a ovest.

Il paese ha una topografia diversificata che comprende catene montuose vulcaniche, laghi, foreste pluviali e pianure costiere.

È sede di numerosi laghi importanti, i più grandi dei quali sono il Lago Nicaragua e il Lago Managua. Il Lago Nicaragua è anche il più grande lago d’acqua dolce dell’America Centrale.

La costa del Nicaragua ha sia un lato caraibico che uno pacifico. La costa caraibica è nota per la sua cultura diversificata e fa parte del bacino dei Caraibi.

 

La vetta più alta : Mogoton 2438 m sul livello del mare

È un enorme stratovulcano situato al confine tra Nicaragua e Honduras. In Nicaragua si trova nel territorio del dipartimento di Nueva Segovia.

Il picco è noto per la sua sagoma imponente e gli impegnativi percorsi di trekking che attirano escursionisti e alpinisti avventurosi.

 

Clima :

La costa del Pacifico, dove si trova la capitale Managua, ha un clima subtropicale umido. Ci sono temperature più alte e precipitazioni più basse. La stagione più secca va da novembre ad aprile, mentre la stagione delle piogge va da maggio a ottobre.

La costa caraibica è caratterizzata da un clima tropicale piovoso. Le temperature sono elevate durante tutto l’anno e le precipitazioni sono abbondanti tutto l’anno, con le precipitazioni più abbondanti a settembre e ottobre.

Le zone montuose e le zone interne hanno un clima alpino con temperature più miti rispetto alla costa. Qui ci sono notevoli differenze tra le temperature diurne e notturne, nelle zone montuose può anche gelare.

Le regioni costiere attorno ai laghi hanno un clima tropicale umido con temperature più elevate e maggiore umidità. Le piogge sono abbondanti, soprattutto durante le stagioni delle piogge.

 

Fauna e flora:

Le giungle e le foreste pluviali della costa caraibica ospitano una vasta gamma di specie, tra cui scimmie, giaguari, tapiri e caimani.

La costa del Pacifico ospita la vita marina, tra cui tartarughe e una varietà di pesci.

Qui vivono varie specie di uccelli, tra cui pappagalli, colibrì e aquile.

Le foreste pluviali della costa caraibica sono ricche di vegetazione tropicale, tra cui vari tipi di alberi, viti e orchidee.

Le savane e le foreste secche della costa del Pacifico ospitano specie adattate ai climi secchi, come cactus e piante grasse.

 

Agricoltura :

Le piantagioni di caffè rappresentano una parte importante del settore agricolo, il caffè è uno dei principali prodotti di esportazione.

L’agricoltura comprende anche l’allevamento di bestiame come bovini, suini e pollame.

In alcune regioni, il tabacco e la canna da zucchero sono prodotti importanti.

 

Estrazione delle materie prime :

L’oro è una delle principali materie prime, la sua estrazione dell’oro avviene in diverse regioni.

A causa della sua attività vulcanica, il Nicaragua dispone di riserve minerali che possono avere usi industriali, come sabbia, ghiaia o roccia lavica.

Il Paese possiede anche riserve di pietre preziose come diamanti e vari tipi di gemme.

 

Industria :

La trasformazione alimentare è un’industria importante nel paese. Comprende la lavorazione di caffè, zucchero, carne, latte e altri prodotti agricoli.

Industria tessile e dell’abbigliamento, produce abbigliamento, calzature e prodotti tessili per i mercati nazionali ed esteri.

Il legno è una materia prima importante, da esso si ricavano mobili e prodotti in legno.

 

Servizi e altri settori dell’economia : minerario

 

Punti di interesse naturali e storici :

Il Nicaragua offre una vasta gamma di bellezze naturali, inclusi paesaggi vulcanici, laghi, spiagge e foreste pluviali. Sia i residenti che i turisti possono godere della ricchezza della biodiversità e degli splendidi paesaggi.

I laghi Nicaragua e Managua sono i più grandi laghi d’acqua dolce dell’America centrale. Offrono opportunità per la pesca, il canottaggio e l’osservazione della fauna selvatica.

Il Nicaragua ha molti vulcani attivi come San Cristóbal, Momotombo e Telica. Queste aree vulcaniche offrono panorami mozzafiato, ma anche opportunità di osservare l’attività vulcanica.

L’isola di Ometepe si trova nel mezzo del Lago Nicaragua ed è sede di due vulcani, Concepción e Maderas. Forma un paesaggio unico ed è un luogo ideale per il trekking, il birdwatching e il relax.

 

 

Forma di governo: repubblica presidenziale

Il Nicaragua è una repubblica presidenziale con un sistema di governo democratico. Il capo dello Stato è il presidente, eletto dal capo dello Stato e del governo. È responsabile dell’esercizio delle funzioni presidenziali e della gestione dell’ufficio esecutivo.

Il potere legislativo è rappresentato dall’Assemblea nazionale unicamerale (Asamblea Nacional). Questo organo legislativo ha il potere di approvare leggi, adottare il bilancio ed esercitare il controllo sul ramo esecutivo. I membri dell’Assemblea nazionale sono eletti mediante elezioni regolari.

La magistratura del Paese è indipendente e comprende diverse istanze giudiziarie che garantiscono tutela legale e giustizia. La massima autorità giudiziaria è la Corte Suprema del Nicaragua.

 

Capitale : Managua

Si trova sulla sponda sud-occidentale del Lago Managua ed è la città più grande del paese.

La città ha attraversato eventi e disastri complessi, incluso un terremoto nel 1972 che ha causato ingenti danni.

Managua ha un’architettura diversificata che riflette un mix di elementi coloniali, moderni e tradizionali. Monumenti importanti sono il Palazzo Nazionale, l’antico complesso della cattedrale e vari musei.

Anche se i turisti si recano spesso in città storiche come Granada o León, Managua offre ai turisti numerose attrazioni, tra cui musei, mercati e opportunità di passeggiare lungo il lago.

 

Superficie : 129.494 km2

 

Popolazione : 6.500.000 (2022)

I principali gruppi etnici sono i Meticci (discendenti di origini miste) che costituiscono la maggioranza della popolazione. Inoltre, qui vivono gruppi indigeni indiani come i Miskitos, i Sumos e i Rama, soprattutto sulla costa caraibica. C’è anche una popolazione afro-nicaraguense più piccola.

La lingua ufficiale è lo spagnolo. Sulla costa caraibica si parlano diverse lingue dei nativi americani e lì l’inglese gioca un ruolo importante.

La maggioranza della popolazione è cristiana, con la Chiesa cattolica romana che ha il seguito più numeroso.

 

Monumenti UNESCO: 2

 

  1. Cattedrale di León (2011) – Cattedrale storica della città di León, un importante monumento culturale con una ricca storia e bellezza architettonica.
  2. León Viejo (2000) – Uno dei più antichi insediamenti spagnoli nelle Americhe, le cui rovine costituiscono un’importante testimonianza delle strutture sociali ed economiche del regno spagnolo nel XVI secolo.

 

Parchi nazionali: 4

 

  1. Parco Nazionale Vulcano Masaya
  2. Parco Nazionale dell’Arcipielago Zapatera
  3. Parco Nazionale Cerro Saslaya
  4. Parco Nazionale del Vulcano Maderas