SAINT KITTS E NEVIS

Data di creazione : 19 settembre 1983

Breve storia in ordine cronologico:

Dal XV al XVII secolo: le isole di St. Kitts e Nevis furono scoperte da esploratori europei, principalmente spagnoli e inglesi. Le isole furono colonizzate e divennero parte della rivalità coloniale tra le potenze europee.

Dal XVI al XIX secolo: le isole subirono vari cambi di sovranità tra inglesi e francesi. Durante questo periodo, gli schiavi venivano usati per coltivare la canna da zucchero.

XVII secolo: Le isole furono colonie britanniche fino all’abolizione della schiavitù nel 1834. Successivamente venne effettuata l’emancipazione degli schiavi e l’economia cominciò a cambiare.

XVIII secolo: Nel 1967 viene concessa l’autonomia alle isole di Saint Kitts e Nevis come parte della Federazione delle Indie Occidentali. Tuttavia questa federazione durò solo fino al 1983, quando le isole divennero indipendenti dal Regno Unito.

19 settembre 1983: Saint Kitts e Nevis ottengono l’indipendenza dal Regno Unito e diventano uno stato sovrano con un proprio sistema di governo.

 

Abbreviazione internazionale : SCN

 

Valuta : dollaro dei Caraibi orientali (XCD)

Il dollaro dei Caraibi orientali è diviso in 100 centesimi. Esistono monete di diversi tagli (1 centesimo, 2 centesimi, 5 centesimi, 10 centesimi, 25 centesimi) e banconote di diversi tagli (5 dollari, 10 dollari, 20 dollari, 50 dollari, 100 dollari).

Si tratta di una cosiddetta “valuta ancorata”, il che significa che il suo valore è strettamente legato al valore del dollaro statunitense.

 

Dominio Internet : .kn

 

Prefisso telefonico : +1869

 

Fuso orario : -4 GMT

 

Geografia :

Saint Kitts e Nevis si trova nei Caraibi, a circa 2.100 chilometri a sud-est di Miami, Florida, Stati Uniti, sul bordo occidentale del Mar dei Caraibi, a sud dell’isola di Anguilla e a nord-ovest di Antigua e Barbuda.

Nevis, la più piccola delle isole, si trova a sud di St. Kitts. C’è uno stretto stretto tra le due isole.

Le isole sono montuose e di origine vulcanica.

 

Vetta più alta: Monte Liamuiga  1156 m sul livello del mare

Uno stratovulcano attivo situato sull’isola di St. Kitts nell’arcipelago dei Caraibi. La montagna non è solo il punto più alto dell’isola di Saint Kitts e Nevis, ma anche una delle caratteristiche geografiche più significative dell’intero arcipelago.

Il nome “Liamuiga” deriva dal nome originale della montagna utilizzata dagli abitanti originari dell’isola. La parola “Liamuiga” pare abbia radici nella lingua indigena e significhi qualcosa come “terra fertile”.

 

Clima :

L’area è soggetta agli uragani, soprattutto durante la stagione degli uragani, che spesso avviene in estate.

Le temperature qui sono relativamente alte tutto l’anno. In media oscillano tra i 25°C ed i 30°C.

A causa del clima tropicale, le isole hanno un’umidità elevata per gran parte dell’anno.

 

Fauna e flora:

Le palme tropicali sono una parte comune del paesaggio. Le palme da cocco sono particolarmente importanti per la fornitura di noci di cocco e acqua di cocco.

Le banane sono una parte importante dell’agricoltura. Le piantagioni di banane sono abbastanza comuni nei paesaggi rurali.

Esistono diversi tipi di orchidee che si possono trovare sia nelle foreste naturali che nei giardini botanici.

I pellicani vivono vicino alla costa e sulle isole. Sono eccellenti volatori e subacquei che catturano pesci.

I caimani possono essere trovati in molti luoghi, soprattutto nelle zone umide d’acqua dolce e nelle lagune.

Le tartarughe marine, che sono specie protette, depongono le uova sulle spiagge di queste isole.

 

Agricoltura :

Storicamente la canna da zucchero è stata una coltura importante per il settore agricolo di queste isole.

La coltivazione delle banane è un ramo importante dell’agricoltura. Le banane vengono esportate in vari paesi e rappresentano un’importante fonte di reddito per gli agricoltori.

Fanno parte del settore agricolo anche l’allevamento del bestiame, in particolare del pollame.

La pesca gioca un ruolo chiave nella cultura alimentare e nell’economia locale.

 

Estrazione delle materie prime :

In passato sull’isola di Nevis veniva effettuata l’estrazione del sale, principalmente nelle zone umide o in prossimità del mare.

 

Industria :

La lavorazione degli alimenti, come la panificazione, l’inscatolamento o la produzione di bevande, può rappresentare un settore significativo. La produzione di cibi, bevande e prelibatezze locali serve sia al consumo locale che ai turisti.

Importante è la produzione di abbigliamento e prodotti tessili, soprattutto per il mercato locale e per l’esportazione verso altri paesi dei Caraibi.

 

Servizi e altri settori dell’economia : turismo, trasporti marittimi

 

Punti di interesse naturali e storici : Old Road Town, Pinneys Beach, Basseterre, Parco nazionale  Brimstone Hill Fortress, Vulcano Liamuiga

Spiagge di sabbia bianca, mare cristallino e bellezze naturali sono le principali attrazioni per i turisti.

I turisti possono praticare varie attività acquatiche come immersioni, snorkeling, vela, pesca e altro ancora.

La cultura locale, la musica, la cucina e le tradizioni offrono ai turisti esperienze culturali autentiche.

 

 

Forma di governo: monarchia costituzionale

È una monarchia costituzionale con un sistema parlamentare. Il principale organo legislativo dello Stato è l’Assemblea Nazionale, che ha due camere: la Camera dei Rappresentanti e il Senato.

Il monarca di Saint Kitts e Nevis è il monarca britannico, rappresentato dal governatore generale. I compiti del governatore sono in gran parte di natura cerimoniale. Il vero potere è esercitato dal governo, guidato dal primo ministro.

Saint Kitts e Nevis ottennero l’indipendenza dal Regno Unito nel 1983. Questo stato è un membro del Commonwealth e ha un proprio sistema legale e una propria costituzione. Sebbene il monarca sia formalmente il capo dello stato, tutto il potere esecutivo è conferito al governo e al parlamento.

 

Capitale : Basseterre

Il nome “Basseterre” deriva dall’espressione francese “Basse-Terre”, che significa “bassa collina” o “terra bassa”. Questo nome si riferisce alla posizione geografica della città su una zona pianeggiante vicino alla costa del mare.

La città ha una storia interessante legata al suo passato coloniale e ai coloni europei. Nella città si possono trovare numerosi edifici storici e monumenti che riflettono il suo patrimonio culturale.

Lo storico Fort George costruito su una collina sopra la città. Offre viste spettacolari su Basseterre e sulla campagna circostante.

La centrale Piazza dell’Indipendenza della città, precedentemente nota come Pall Mall Square. La piazza è stata ribattezzata in onore dell’indipendenza di Saint Kitts e Nevis nel 1983.

 

Superficie : 261 km2

 

Popolazione : 54.000 (2022)

La popolazione di Saint Kitts e Nevis è piuttosto diversificata e comprende afro-caraibici, mulatti, europei e un piccolo numero di nativi caraibici.

La lingua principale è l’inglese.

La maggioranza della popolazione aderisce a varie denominazioni cristiane, con l’anglicanesimo e il cattolicesimo che sono le religioni dominanti.

 

Monumenti UNESCO: 1

 

  1. Brimstone Hill (1999) – Brimstone Hill è nota per il suo design architettonico e la posizione in cima a una collina che offriva viste sulla campagna circostante e sul mare. Il forte comprende varie strutture militari, tra cui postazioni di artiglieria, fortificazioni e caserme.

 

Parchi nazionali: 2

 

  1. Parco nazionale della riserva forestale centrale
  2. Parco nazionale di Brimstone Hill