Angola – popis země

ANGOLA

Data di creazione: 11 novembre 1975

Breve storia in ordine cronologico:

1455 – Il navigatore portoghese Diogo Cão salpò verso il fiume Kwanza e pose così le basi dell’interesse portoghese nel territorio dell’odierna Angola.

1575 – Il conquistatore portoghese Paulo Dias de Novais fonda Luanda, che diventa la capitale della colonia portoghese.

1961 – Scoppiò una rivolta contro il dominio portoghese, guidata da MPLA, FNLA e UNITA.

1975 – L’Angola ottiene l’indipendenza dopo 14 anni di lotta per l’indipendenza. L’MPLA, sotto la guida di Agostinho Neto, divenne il partito al governo.

1975-2002 – Scoppiò la guerra civile tra il governo e le forze di opposizione FNLA e UNITA, sostenute principalmente dalla Repubblica del Sud Africa. La guerra causò notevoli sofferenze ai civili che furono costretti a fuggire e cercare rifugio nei campi profughi.

2002 – Firmato l’accordo di pace tra governo e opposizione, fine della guerra civile.

2008 – L’Angola diventa membro dell’OPEC.

 

Abbreviazione internazionale : ANG

 

Valuta : Kwanza (AOA)

È diviso in 100 libbre. Il Kwanza è stato introdotto nel 1977 in sostituzione dell’escudo portoghese e prende il nome dal fiume Kwanza che attraversa il paese. Il Kwanza è attualmente l’unica valuta valida in Angola ed è emessa dalla Banca Centrale dell’Angola.

 

Dominio Internet : .ao

 

Prefisso telefonico : +244

 

Fuso orario : GMT +1

 

Geografia :

Il paese si trova sulla costa sud-occidentale dell’Africa. L’Angola confina a nord con la Repubblica Democratica del Congo, a est con lo Zambia e a sud con la Namibia. A ovest è bagnata dall’Oceano Atlantico. Il paese ha un paesaggio geografico diversificato con altopiani, pianure e deserti.

Fiumi come il Kwanza, l’Okavango e lo Zambézi attraversano l’Angola e forniscono una fonte d’acqua a molti abitanti del paese. La costa angolana si estende per più di 1.600 chilometri, il porto di Lobito è il porto più grande del Paese.

 

Vetta più alta : Morro do Moco 2620 m sul livello del mare

Si trova nella catena montuosa della Serra do Humbe, nel sud-ovest del paese. È un luogo popolare per l’alpinismo e l’escursionismo. Dalla cima del Morro do Moco si gode una splendida vista sulla campagna circostante e sulle vaste zone dell’Angola.

 

Clima :

Il clima dell’Angola è prevalentemente subtropicale e umido. Nel nord e nell’ovest, nella regione di Cabinda e sulla costa atlantica, il clima è tropicale, con elevata umidità, temperature elevate e una stagione delle piogge da maggio a ottobre. Nella parte centrale del Paese, compresa la capitale Luanda, il clima è tropicale e secco. Nel sud-est il clima è simile a quello delle savane, con temperature più miti che durano da novembre a marzo.

Nella parte sud-occidentale del Paese, dove si trova la catena montuosa della Serra da Leba, il clima è secco e mite, con scarse precipitazioni durante tutto l’anno.

 

Fauna e flora:

La savana angolana e i parchi nazionali ospitano gli elefanti africani. Queste maestose creature sono protette dai bracconieri nel paese. I leoni vivono ancora in alcune zone dell’Angola. Proteggere questi predatori è anche una priorità per la conservazione della biodiversità. I leopardi sono un altro grande felino che abita il paesaggio angolano. I bufali sono comuni nelle savane dell’Angola e svolgono un ruolo importante nell’ecosistema.

Varie specie di babbuini e scimmie popolano le foreste e le savane. L’Angola ospita molte specie di uccelli, tra cui fenicotteri, aquile, pellicani e molti altri.

Nella parte settentrionale del paese si trovano le foreste pluviali che ospitano numerose specie di alberi tropicali, piante e orchidee.

La maggior parte del territorio dell’Angola è costituito da savane con erba e vari tipi di arbusti. In alcune parti del paese crescono imponenti alberi di baobab.

 

Agricoltura :

In Angola viene coltivata un’ampia varietà di colture, tra cui cereali (mais, miglio, riso), fagioli, radice di manioca, patate dolci, patate dolci e caffè. Il mais è una delle colture principali e costituisce un alimento base nella dieta angolana. In alcune aree dove le precipitazioni naturali non sono sufficienti, viene effettuata l’irrigazione per incoraggiare la coltivazione.

Paese noto per le sue piantagioni di caffè, il caffè è uno dei principali prodotti di esportazione. Regioni come Huíla e Cuanza Sul sono note per la qualità del loro caffè.

L’allevamento del bestiame, soprattutto bovino e caprino, è un ramo importante dell’agricoltura angolana. Grazie alle vaste acque costiere dell’Oceano Atlantico, anche la pesca ha un grande potenziale. I prodotti ittici forniscono sostentamento a molte comunità costiere.

 

Estrazione delle materie prime :

In Angola vengono estratti carbone, petrolio, gas naturale, minerali, legno e altre importanti materie prime. L’estrazione mineraria avviene in una varietà di luoghi, tra cui miniere, cave, tunnel sotterranei, miniere marine (nel caso dell’estrazione di petrolio e gas) e anche nelle foreste. I prodotti dell’industria mineraria vengono spesso esportati con l’Angola, generando entrate per il tesoro nazionale.

 

Industria :

L’industria angolana è relativamente piccola e sottosviluppata rispetto ad altri paesi della regione. Importanti settori industriali in Angola includono l’industria alimentare, la lavorazione del legno, l’industria automobilistica, quella del cuoio e quella chimica. Un’altra industria in Angola è l’industria tessile. L’industria chimica comprende la produzione di fertilizzanti, prodotti farmaceutici e cosmetici.

 

Servizi e altri settori dell’economia : servizi, trasporti

 

Punti di interesse naturali e storici : Tundavala, Luanda, cascate di Kalandula, lago Dilolo

Tra le attrazioni turistiche più importanti dell’Angola ci sono i parchi nazionali, che offrono ai visitatori l’opportunità di osservare la fauna e la flora locale, come fenicotteri, elefanti, antilopi e leopardi. I parchi nazionali più famosi includono, ad esempio, il Parco Quiçama, il Parco Iona e il Parco Bicuar.

L’Angola ha anche diversi monumenti storici, come forti del periodo della colonizzazione portoghese e antiche pitture rupestri nella provincia di Namibe. Luanda ospita numerosi musei, come il Museo Nazionale di Antropologia, il Museo Nazionale di Storia e il Centro Culturale di Brazzaville.

Altre attrazioni turistiche in Angola includono la visita alle spiagge della costa atlantica, la pesca e le immersioni nella baia di Mussulo, nonché la visita di villaggi e città tradizionali dove i visitatori possono assaggiare la cucina locale e conoscere la cultura tradizionale.

 

 

Forma di governo: repubblica democratica

Il presidente è il capo dello Stato e ha ampi poteri, compreso il diritto di nominare e licenziare i ministri. L’Angola ha attualmente 32 ministeri.

La magistratura in Angola è indipendente e garantita dalla costituzione. La Corte Suprema è la Corte di Giustizia dell’Angola, che decide su questioni costituzionali e risolve le controversie tra gli organi dell’amministrazione statale.

L’Angola è divisa in 18 province e una città con sede governativa, Luanda, che è la capitale del paese. Ogni provincia è guidata da un governatore nominato dal presidente ed è responsabile della gestione dell’amministrazione provinciale.

 

Capitale : Luanda

Si trova sulla costa occidentale del paese, sull’Oceano Atlantico. Con più di 7 milioni di abitanti, è la città e il centro economico più grande dell’Angola.

Luanda fu fondata da coloni portoghesi nel 1576 e divenne un importante centro commerciale nel corso dei secoli XVI e XVII, soprattutto nel settore della schiavitù. Divenne la capitale della colonia portoghese dell’Angola nel 1885 e tale rimase fino all’indipendenza nel 1975.

 

Superficie : 1.246.700 km2

 

Popolazione : 34.800.000 (2022)

Il gruppo etnico più numeroso in Angola è quello dei Bantu, che costituiscono circa il 95% della popolazione. Altri gruppi etnici includono Ovimbundu, Mbundu, Bakongo e Chokwe. I gruppi etnici minoritari in Angola comprendono principalmente discendenti europei e brasiliani che vivono principalmente nella capitale Luanda.

La maggior parte degli angolani pratica il cristianesimo, principalmente cattolicesimo e protestantesimo, ma c’è anche un numero minore di musulmani. La lingua ufficiale è il portoghese. La lingua portoghese fu introdotta durante il periodo della colonizzazione quando l’Angola era una colonia del Portogallo.

 

Monumenti UNESCO: 1

 

  1. M’banza Congo (2017) – M’banza-Kongo, è la capitale della provincia nordoccidentale dello Zaire in Angola. Fu la capitale del Regno del Kongo dalla sua fondazione prima dell’arrivo dei portoghesi nel 1483 fino alla soppressione del regno nel 1915, salvo un breve periodo di abbandono durante le guerre civili del XVII secolo.

 

Parchi nazionali: 15 

 

  1. Parco Nazionale di Quiçama
  2. Parco Nazionale della Iona
  3. Parco Nazionale del Bicuar
  4. Parco Nazionale della Cameia
  5. Parco Nazionale Cangandala
  6. Parco Nazionale di Kameia
  7. Parco Nazionale Mupa
  8. Parco Nazionale della Luengue-Luiana
  9. Parco Nazionale Mavinga
  10. Parco Nazionale del fiume Cunene
  11. Parco Nazionale Cuito Cuanavale
  12. Parco Nazionale della Luiana
  13. Parco Nazionale della Luengue-Luiana
  14. Parco Nazionale Luando
  15. Parco Nazionale delle Maiombe.