Mauricius – popis země

MAURIZIO

Data di creazione : 12 marzo 1968

Breve storia in ordine cronologico:

XVI secolo: l’isola di Mauritius fu scoperta per la prima volta dagli europei nel 1507 dal navigatore portoghese Dom Afonso de Albuquerque – rimase disabitata fino all’arrivo degli olandesi nel 1598.

XVII secolo: gli olandesi fondarono qui una colonia, ma in seguito la popolazione dell’isola fu sterminata e la colonia abbandonata.

XVIII secolo: i francesi tentarono di colonizzare l’isola nel 1715, dandole il nome del duca di Mauritius. Il dominio francese durò fino al 1810, quando l’isola fu conquistata dall’Impero britannico durante le guerre napoleoniche.

19° secolo: gli inglesi trasformarono Mauritius in una colonia britannica e introdussero un sistema di contratti di lavoro per gli immigrati dall’India e dall’Africa, il che significò l’arrivo di un gran numero di persone provenienti da culture diverse.

XX secolo: nel 1968, l’isola fu ufficialmente dichiarata uno stato indipendente sotto la guida del primo primo ministro, Seewoosagur Ramgoolam.

Fine del XX secolo: Mauritius si sviluppò gradualmente fino a diventare un’economia prospera, principalmente attraverso il turismo, il settore tessile e i servizi finanziari. Il paese è diventato noto anche per la sua stabilità politica e il sistema democratico.

 

Abbreviazione internazionale : MT

 

Valuta: rupia mauriziana MUR

La rupia mauriziana è divisa in unità più piccole chiamate “centesimi”.

 

Dominio Internet : .mt

 

Prefisso telefonico : +230

 

Fuso orario : GMT +4

 

Geografia :

 

Uno stato insulare nell’Oceano Indiano a circa 2.000 km a sud-est del continente africano, a est del Madagascar. È costituito dall’isola principale di Mauritius, dalle isole Rodrigues e Saint Brandon e dalle Isole Agalegie. Le isole Mauritius e Rodrigues, insieme alla vicina Riunione, fanno parte delle Isole Mascarene.

 

Vetta più alta : Piton de la Petite Rivière Noire 828 m sul livello del mare

Questo picco è vulcanico, situato nella parte centrale dell’isola e fa parte della catena montuosa del Black River. Il Piton de la Petite Rivière Noire è anche un luogo importante per la conservazione della natura, qui è stata istituita una riserva naturale per proteggere le specie vegetali endemiche e la fauna rara.

 

Clima :

Stagione estiva (da novembre ad aprile): la stagione estiva è calda, umida e piovosa. Le temperature sono intorno ai 25-33 gradi Celsius. Questo periodo è anche la stagione dei cicloni tropicali, che sono forti tempeste con abbondanti precipitazioni e forti venti.

Stagione invernale (da maggio a ottobre): la stagione invernale è più secca e mite. Le temperature scendono a 18-24 gradi Celsius. Questo periodo è adatto per la visita poiché il tempo è più stabile e non ci sono cicloni. La stagione invernale è adatta anche per gli sport acquatici come le immersioni e lo snorkeling grazie alla migliore visibilità sotto la superficie.

La temperatura del mare rimane relativamente calda durante tutto l’anno. Durante la stagione estiva la temperatura del mare può raggiungere circa 27-29 gradi Celsius, mentre nella stagione invernale scende fino a 23-25 ​​gradi Celsius.

Il paese ha molti giorni soleggiati durante tutto l’anno, rendendo l’isola una popolare destinazione turistica.

 

Fauna e flora:

Mauritius un tempo ospitava molte specie di uccelli endemici, ma sfortunatamente alcune di esse si estinsero dopo l’arrivo degli europei. Le specie sopravvissute includono il trombettista delle Mauritius, la poiana delle Mauritius e il piccione delle Mauritius. L’isola ospita diverse specie di lucertole endemiche, tra cui la lucertola delle Mauritius.

La tartaruga mauriziana era sull’orlo dell’estinzione, ma sono in corso sforzi per salvarla e allevarla in cattività. Intorno a Mauritius è possibile osservare diverse specie di delfini e balene.

Ha molte specie di piante endemiche che non si trovano in nessun’altra parte del mondo. Questi includono, ad esempio, vari tipi di orchidee, bromelie e latanier.

L’isola ha una ricca vegetazione che comprende alberi come l’ebano mauriziano, il mogano mauriziano e vari tipi di palme.

 

Agricoltura :

La canna da zucchero è da molto tempo una coltura tradizionale delle Mauritius. Lo zucchero è il principale prodotto di esportazione, gli zuccherifici sono situati in tutta l’isola. È noto anche per la produzione di caffè e tè. Ci sono piantagioni di caffè negli altopiani di Chamarel.

A Mauritius vengono coltivati ​​molti tipi di frutta, tra cui ananas, papaya, banane, mango, agrumi e altre colture tropicali. Una varietà di verdure, tra cui patate, zucchine, cetrioli e fagioli.

Grazie al suo clima, il paese presenta le condizioni adatte per la coltivazione di vari tipi di fiori e piante, come orchidee, rose e altri fiori che vengono esportati all’estero.

Grazie alle ricche acque marine nelle vicinanze, qui vengono catturati in abbondanza pesci, gamberetti e altri frutti di mare, destinati sia al mercato locale che all’esportazione.

 

Estrazione delle materie prime :

Mauritius non è nota per l’estrazione di materie prime.

L’estrazione di sabbia e ghiaia ha una certa rappresentanza. Le materie prime vengono utilizzate in progetti di costruzione come strade, edifici e protezione delle coste. L’estrazione di questi materiali viene effettuata nel rispetto della protezione ambientale e dello sviluppo sostenibile. L’isola è di origine vulcanica, si ottengono pietre per la costruzione e la manutenzione stradale.

 

Industria:

L’industria tessile e dell’abbigliamento è una delle industrie principali. Il paese è noto per la produzione di tessuti e abbigliamento di qualità, che vengono esportati in varie parti del mondo.

Ha anche un’industria alimentare sviluppata, che comprende la produzione di prodotti alimentari sia per i mercati locali che internazionali. La produzione di zucchero e dolciumi occupa un posto importante in questo settore.

L’industria elettronica si sta gradualmente sviluppando. Vengono costruite nuove strade, edifici, aeroporti e altri progetti infrastrutturali.

 

Servizi e altri settori dell’economia : turismo, finanza, trasporti aerei e marittimi

 

Punti di interesse naturali e storici : Eureka, Port Louis, penisola di Le Morne Brabant, montagne di Le Pouce e Piton de la Petite Rivière Noire, spiagge, zona di Chamarel

Mauritius è famosa per le sue spiagge di sabbia bianca e il mare azzurro. I turisti vengono qui per rilassarsi, prendere il sole e dedicarsi ad attività acquatiche come lo snorkeling, le immersioni, il surf e la pesca.

Il paese ha una ricca storia culturale associata a vari gruppi etnici, tra cui creoli, indiani, cinesi e francesi. I turisti possono visitare vari musei, monumenti e mercati per conoscere la cultura e le tradizioni locali.

Mauritius offre meravigliosi scenari naturali, tra cui il Parco Nazionale Black River Gorges, dove è possibile esplorare foreste pluviali, cascate e sentieri escursionistici. Ha diversi campi da golf di livello mondiale che attirano golfisti da tutto il mondo.

La cucina mauriziana è varia e influenzata da culture diverse. I turisti possono gustare una varietà di piatti tradizionali, tra cui curry, piatti di pesce e frutta esotica.

 

Parchi acquatici:

 

Forma di governo : repubblica parlamentare

La costituzione di Mauritius si basa su principi democratici e rispetta i principi dello stato di diritto. Il presidente è il capo dello stato e anche il comandante in capo delle forze armate. Viene eletto per un mandato di cinque anni e può essere rieletto per un massimo di un altro mandato.

Il potere esecutivo è esercitato dal primo ministro, che è il capo del governo. Il primo ministro è il leader della maggioranza parlamentare ed è nominato dal presidente. L’organo legislativo è un parlamento bicamerale. La camera bassa, chiamata Assemblea nazionale, conta 70 membri eletti per un mandato di cinque anni. La camera alta, il Senato, ha 26 membri, alcuni eletti e altri nominati dal presidente.

La magistratura è indipendente e comprende diverse istanze giudiziarie. La Corte Suprema è la Corte di Giustizia, che vigila sul rispetto della Costituzione e dell’ordinamento giuridico.

Il Paese rispetta i diritti umani e le libertà civili. È membro di diverse organizzazioni e accordi internazionali che garantiscono la tutela dei diritti umani.

 

Capitale : Port-Louis

La città si trova sulla costa nordoccidentale dell’isola ed è il centro economico, culturale e amministrativo del paese.

Port Louis fu fondata nel 1735 dal governatore francese Bertrand-François Mahé de La Bourdonnais come porto e fortezza militare. La città prende il nome dal re Luigi XV. Successivamente fu controllata dal governo coloniale britannico.

 

Superficie : 2.040 km2

 

Popolazione : 1.270.000 (2019)

La popolazione è molto diversificata e comprende vari gruppi etnici immigrati nel paese nel corso della storia. I creoli sono i discendenti degli schiavi africani portati sull’isola durante il periodo della schiavitù. Gli indiani formano un altro gruppo etnico significativo e discendono dai lavoratori a contratto indiani. Anche i cinesi vennero a Mauritius come lavoratori. Mauritius era un’ex colonia francese e quindi ha ancora una comunità francese.

C’è diversità religiosa. Induismo, Cristianesimo e Islam sono le religioni principali. C’è anche una comunità di persone che praticano il buddismo e altri. Le lingue ufficiali sono l’inglese e il francese, ma sono comunemente usati anche il creolo, l’hindi, l’urdu e il cinese.

 

Monumenti UNESCO: 2 

 

  1. Aapravasi Ghat (2006) – Ostelli per lavoratori stagionali indiani utilizzati dal governo britannico per sostituire il lavoro schiavo. Tra il 1834 e il 1920 vi transitarono quasi mezzo milione di persone.
  2. Le Morne (2008) – Una montagna che sporge dall’Oceano Indiano nel sud-ovest di Mauritius e veniva utilizzata come nascondiglio per gli schiavi in ​​fuga durante i secoli XVIII e XIX.

 

Parchi nazionali: 3

 

  1. Parco nazionale delle gole del fiume Nero
  2. Parco Nazionale Bras d’Eau
  3. Parco Nazionale dell’Isolotto